Edilizia sociale, Marmo (FI): “indecente disinteresse della Regione Puglia”

“Una Regione che non si preoccupa dello stato delle abitazioni e dei palazzi di edilizia residenziale pubblica, lasciando migliaia di cittadini in condizioni indecorose, è una Regione che ci indigna: ho presentato un’interrogazione sullo stato delle abitazioni di Trinitapoli, ma la situazione sembra essere la medesima in moltissimi altri centri della Regione. A Trinitapoli, in particolare, si tratta di palazzi degli anni sessanta riqualificati di recente, con un importante restyling urbanistico, ma in modo incompleto: 28 case, infatti, sono state dimenticate. Facevano parte del terzo stralcio dell’intervento avviato nel 2011 e, ad oggi, tutto sembra essere fermo”.

“Le abitazioni in questioni sono fatiscenti, i muri si sgretolano, fa freddo e piove all’interno, i cornicioni sono pericolanti e la sporcizia si accumula negli anfratti. Non è possibile che ci sia un’indifferenza atavica verso le condizioni di vita quotidiana dei cittadini, peraltro delle fasce più deboli. Da Trinitapoli, poi, il discorso si può allargare a macchia d’olio per tutta la Puglia. E menomale che Emiliano è di sinistra… perché la verità è che oggi gli unici a pensare alle fasce deboli della popolazione, come anche alle imprese, sono proprio le forze della destra moderata”.