Emiliano rinvia al 13 luglio la Giornata pugliese del donatore di sangue, “su richiesta dei parenti delle vittime della strage di Andria”

Era stata programmata per il 12 luglio 2017 ma dopo alcune osservazioni dei parenti delle vittime della strage ferroviaria del 12 luglio 2016, la Regione ha deciso di rinviare l’iniziativa al giorno successivo. 

Ci avviciniamo sempre di più al periodo estivo vero e proprio e con esso giungiamo a una delle solite criticità di questo periodo: la carenza di sangue.

Una di queste prevede la presenza di un’autoemoteca Avis e di una autoemoteca ASL in Corso Germania, presso il Palazzetto dello Sport. Al contempo, la Regione Puglia ha istituito a partire da quest’anno la Giornata Regionale della raccolta sangue.

Già nei giorni scorsi, la Presidente dell’Avis Comunale di Andria, Mariagrazia Iannuzzi, dichiarò: “Avevamo già organizzato una nostra autoemoteca tempo fa: indipendentemente dall’iniziativa regionale la nostra era già prevista come giornata di raccolta per riuscire in parte a fronteggiare la carenza estiva. Solo successivamente ci siamo uniti e abbiamo aderito all’iniziativa promossa dalla regione per la Giornata Regionale del donatore di sangue. Segnalo che quel giorno il centro trasfusionale sarà aperto dalle 8 alle 20:00, dando in questo modo a molti che lavorano di mattina la possibilità di poter donare di pomeriggio. Speriamo che i donatori dimostrino la stessa sensibilità di sempre che li contraddistingue”.

Ora giunge presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, su richiesta delle famiglie delle vittime della strage ferroviaria del 12 luglio ha disposto il rinvio delle iniziative di raccolta del sangue previste ad Andria al giorno successivo, giovedì 13 luglio.