Eraclio d’Oro: tra i migliori cuochi e pasticceri della BAT anche i “ragazzi speciali”

Ed è arrivato il momento più atteso: quello della proclamazione dei vincitori della settima edizione del Trofeo culinario Eraclio d’Oro:

“Siamo soddisfatti per la grande crescita professionale di tutti i partecipanti. E, anzi, siamo rimasti sorpresi dalla massiccia risposta alle due sfide forse meno usuali. I ragazzi speciali, che sono stati davvero bravi, ed oltre il 90% delle ricette con vino abbinato e in inglese!”, ha commentato con entusiasmo Michele Erriquez, presidente di ACP BAT. Ma iniziamo dai vincitori della tanta attesa competizione per la cucina, in cui il tema da sviluppare era la patata. Per la Sezione Cucina Calda (professionisti) si è affermato Giuseppe Scarlato di Foggia con il piatto ” La Petita di terra, la Patata e le sue Sorprese”. Per la Sezione Cucina Calda (allievi) Fabiana Milone di Spinazzola con il “Concerto di Colori e Sapori”. Per la Categoria Cucina Calda (Istituti alberghieri) Francesca Filannino di Barletta con “La Patata dalla Terra al Mare”. Per la Sezione “Ragazzi Speciali” Vincenzo Cannillo (ragazzo speciale) di Corato e Francesco Paoloantonio (allievo aiutante normodotato) di Corato con la “Millefoglie di Patata di Zapponeta con formaggio fresco allo zenzero, funghi cardoncelli e salsa di yogurt acidulata”. Per la Sezione Pasticceria (professionisti) si è distinto Vincenzo Damato di Trani con la preparazione “Eclissi”.

E’ di Lequile (Lecce) la vincitrice della Sezione unica dedicata al Cake Design nella quale Maristella D’Amo si è affermata con le “Praline al Gorgonzola”.
Spicca fra tutti il doppio posizionamento della concorrente Mariapia Cognetti
(Trinitapoli) che si è affermata come vincitrice nella Sezione Pasticceria (allievi) con la “Dolce metà” dedicata, come da regolamento del concorso 2019, agli ortaggi:

la torta è stata realizzata con frolla, frangipane, mandorle e carote, mousse alla ricotta con all’interno un inserto di confettura al pomodoro. La Cognetti si è distinta per il doppio impegno, sfiorando il podio, anche per il Cake Design per un’opera dedicata al Maestro Davide Malizia.  Nell’ultima serata, sempre a Canosa di Puglia, nella splendida Sala Ricevimenti “Lo Smeraldo”, a cura di ACP BAT si è poi svolta la cena di Gala (tutto esaurito) dell’Eraclio d’Oro in cui si è poi espressa l’arte della cucina.