Famiglia, ad Andria un percorso formativo-spirituale per i “Fedeli al Primo Sì”

Il direttore, don Mimmo Massaro, e l’equipe dell’Ufficio per la Pastorale della Famiglia della Diocesi di Andria, mossi spiritualmente dall’Esortazione Apostolica Amoris Laetitia di Papa Francesco hanno ideato un percorso di fede destinato principalmente alla famiglia. Il volere di questo progetto è stato ancor più rafforzato in virtù delle seguenti parole pronunciate dal Vescovo Mons. Luigi Mansi nella lettera pastorale 2018/19: “Date loro voi stessi da mangiare”, con cui ribadisce che «gli ambiti di attenzione restano la Famiglia e i Giovani, e che, partendo da Gesù Cristo, bisogna portare annunci di vita a tutti».

L’Ufficio per la Pastorale della Famiglia attiverà un percorso formativo-spirituale per i “Fedeli al Primo Sì” (rivolto a separati-divorziati che non escludono la fedeltà). Parallelamente sarà offerto un sussidio, “La Famiglia annuncia la gioia del Vangelo”, per un percorso parrocchiale per coppie di sposi e famiglie che desiderano una crescita spirituale e relazionale nella grazia che il Sacramento del Matrimonio dona loro.

Per rendere tali percorsi efficaci dal punto di vista della crescita spirituale, l’Ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia (UDPF) ha, inoltre, previsto un triennio di formazione per gli operatori pastorali di settore. Nello specifico sarà prevista la Scuola diocesana di Formazione Teologica per Operatori Pastorali (SFTOP), che nell’anno scolastico 2019/20 attiverà un percorso specifico per operatori di pastorale della famiglia. In data 20 febbraio 2019 l’UDPF terrà un convegno di formazione tenuto dal Direttore dell’Ufficio Nazionale per la Pastorale della Famiglia.

La necessità di tali percorsi nasce dal dono di Papa Francesco con la sua Esortazione Apostolica Amoris Laetitia, che spinge a riscoprire la bellezza del matrimonio e della famiglia. Una famiglia che oggi giorno vive, un periodo storico di “cambiamento epocale” in cui è perennemente “sotto attacco da varie parti” (AL, 111) e la Chiesa non può fermarsi a “una denuncia retorica dei mali attuali” (AL, 35), ma deve ritrovare nuovo slancio per far sperimentare che gli sposi sono una bella notizia, sono il Vangelo che si fa carne e, partecipando all’opera creatrice di Dio, generano il mondo. Solo così, noi “come cristiani non possiamo rinunciare a proporre il matrimonio allo scopo di non contraddire la sensibilità attuale, per essere alla moda, o per sentimenti di inferiorità di fronte al degrado morale e umano” (AL, 35).

Chi guida il percorso? Una équipe composta dal direttore dell’UDPF, una persona consacrata, una persona vedova, alcuni separati fedeli, una coppia di sposi. Quando? Gli incontri sono realizzati a cadenza mensile la domenica pomeriggio, secondo il seguente calendario: 4 e 25 novembre; 30 dicembre; 27 gennaio 2019; 24 febbraio; 31 marzo; 28 aprile; 26 maggio. Dove? Presso i locali della parrocchia “Madonna della Grazia”, Andria.