“Folle guida contromano sula ex 98 altezza tra Andria e Corato”

“Contromano sulla ex 98 altezza Corato” – è la segnalazione giunta nelle ultime ore alla nostra redazione. Stando a quanto avvistato da alcuni automobilisti in transito sulla ex Strada statale 98 ovvero la strada provinciale 231 Andriese Coratina (SP 231) nella mattinata di Pasquetta, infatti, un automobilista dall’identità al momento ignota e per cause ancora sconosciute, ha cominciato pericolosamente a percorrere la suddetta strada contromano. Panico tra gli automobilisti che hanno voluto segnalare la questione anche attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).

Casi simili di persone che, per distrazione, hanno percorso alcuni chilometri sono già stati registrati in passato sulle strade pugliesi. Alcuni di questi episodi hanno causato anche gravi incidenti. In alcuni casi si tratta di persone non sicure alla guida, distratte o anziane. Attualmente (e fortunatamente!) non si ci risultano sinistri stradali sulla strada che collega i comuni di Andria e Corato ma consigliamo comunque vivamente agli automobilisti di moderare particolarmente la velocità vista anche la giornata particolarmente trafficata.

Ricordiamo inoltre che chiunque circola contromano è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 163 a euro 652. Chiunque circola contromano in corrispondenza delle curve, dei raccordi convessi o in ogni altro caso di limitata visibilità, ovvero percorre la carreggiata contromano, quando la strada sia divisa in più carreggiate separate, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 321 a euro 1.283. Dalla violazione prevista dal presente comma consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da uno a tre mesi, ai sensi del capo I, sezione II, del titolo VI. In casi di recidiva la sospensione è da due a sei mesi.