Fornitura libri di testo per studenti del Comune di Andria: istanza entro il 6 febbraio 2017

Si informa che la Regione Puglia con nota AOO_162/prot del 29/12/2016 – 0007944, relativa all’oggetto, ha comunicato che presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ai sensi della legge in oggetto citata, è stato istituito un fondo, per ciascuno degli anni 2016, 2017 e 2018, al fine di concorrere alle spese sostenute e non coperte da contributi o sostegni pubblici di altra natura, per l’acquisto di libri di testo e di altri contenuti didattici, anche digitali relativi ai corsi di istruzione scolastica fino all’assolvimento dell’obbligo di istruzione scolastica (sino al biennio della scuola secondaria di 2° grado).

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per quanto innanzi ed al fine di ripartire i fondi che eventualmente verranno assegnati a questo Comune per l’anno 2016, in considerazione dell’assegnazione del beneficio “Fornitura Libri di testo a.s. 2016/2017” ai richiedenti il predetto beneficio, la Regione Puglia ha inteso prevedere ulteriori beneficiari con I.S.E.E. da € 10.632,95 ad € 15.000,00 che presenteranno istanza sull’allegato modello.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Al beneficio in questione possono accedere gli studenti residenti nel Comune di Andria, frequentanti i corsi di istruzione fino all’assolvimento dell’obbligo scolastico e precisamente gli studenti delle classi 1^, 2^ e 3^ delle Scuole Secondarie di 1°grado e gli studenti delle classi 1^ e 2^ delle Scuole Secondarie di 2° grado, appartenenti a famiglie con attestazione I.S.E.E. da € 10.632,95 ad € 15.000,00, di cui al D.P.C.M. del 05/12/2013, n.159.

Il modulo di domanda può essere scaricato dal sito istituzionale del Comune di Andria: www.comune.andria.bt.it o ritirato presso il Servizio Istruzione del Comune di Andria – Piazza Umberto I – 2° piano.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La domanda, debitamente compilata e sottoscritta, deve essere consegnata all’Ufficio Protocollo dell’Ente entro il 06.02.2017. Il termine indicato è perentorio, poiché questo ufficio entro il 10 febbraio 2017 deve trasmettere alla Regione Puglia una scheda notizie riassuntiva dei dati dei richiedenti, al fine dell’erogazione dei fondi da ripartire ai beneficiari. Si precisa che non saranno prese in considerazione le istanze che non rispondono ai requisiti richiesti, come innanzi indicati.