Forza Italia esclude candidati andriesi, “voti a rischio”

“Indiscrezioni ci arrivano con scelte da autodistruzione e mortificazione per i territori. Andria la città sin da sempre di centrodestra con percentuali assurde totalmente messa in un angolo. Perché tutto ciò? Quello che sta accadendo in queste ore è una mortificazione politica che avrà ripercussioni pesantissime in termini di voti. Non vi è meritocrazia nella composizione delle liste, quote o tanto altro, ma solo gli amici degli amici e nulla di più. Scelte catapultate dall’alto e nessuna ratio” – comincia così una lettera a firma di Salvatore Figliolia, dell’associazione Forza Andria.

“Tutto ciò” – prosegue Figliolia nella nota stampa “sta generando l’implosione del partito in Puglia e riteniamo in qualità di sostenitori, sin da sempre di FI, che qualcuno ai vertici regionali e nazionali si debba mettere la mano sulla coscienza per i danni irreparabili che si stanno cagionando. Una pagina di sciatteria politica mai vista prima. Auspichiamo nel Presidente Berlusconi, unico nostro garante affinché faccia fermare questo tritacarne di nomi che stanno mortificando ed umiliando tanta gente. Ora alziamo la voce e diciamo basta a tutto ciò”.