Genitori andriesi allarmati per la scuola: “pavimento potenzialmente cancerogeno” – VIDEO

E quanto richiesto dai giovanissimi studenti e dai loro genitori e poi riportato anche da un servizio televisivo locale (che linkiamo qui sotto). Il problema sarebbe legato ai lavori di sostituzione del pavimento in pvc al Plesso “Federico II” di Andria: i genitori sono allarmati da eventuali polveri sottili che potrebbero fuoriuscire dal pavimento.

Inoltre i genitori, intervistati dall’emittente televisiva locale, chiedono intervento della Dirigente Scolastica e dell’amministrazione comunale anche per via della problematica legata al trasporto invernale dei ragazzi. Addirittura, la pavimentazione sarebbe ritenuta “potenzialmente cancerogena”.

Nonostante i tentativi di rassicurazione diffusi da tempo anche sul web, c’è anche da ricordare che il monomero del PVC, il cloruro di vinile (CVM), è considerato un potente cancerogeno. In particolare a Venezia è stato celebrato un processo per omicidio colposo riguardante i vertici della Montedison di Porto Marghera, che ha avuto ampia risonanza vista l’accertata mancanza di precauzioni volte a minimizzare l’assorbimento di CVM da parte degli operai.

Alcune osservazioni erano già state inviate alla nostra redazione  (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui). Inoltre, in una pubblicazione promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) si riporta come vi è l’evidenza conclusiva che il vinile cloruro causa il cancro negli esseri umani.

Nel servizio televisivo locale si spiega tuttavia come l’operazione sia stata già eseguita in più occasioni senza risvolti drammatici. Tuttavia, la preoccupazione dei genitori è reale e gli stessi chiedono risposte. Linkiamo qui sotto il video del servizio giornalistico locale (Fonte: Video: Canale YouTube di Telesveva):