Gentiloni nuovo Premier, Gaetano Scamarcio (FI Giovani BAT): “quarto governo non eletto. A Roma si ricordino che il popolo ha ancora voglia di dire la sua”

“Così come è suonata per Monti e Letta, è suonata per Renzi, stavolta in favore di Gentiloni. È suonata un po’ troppo spesso, la campanella, in questa legislatura. Guai a parlare di complotto ordito dall’Europa, dai Poteri Forti e con il consenso di Napolitano ai danni di Berlusconi. La lista dei cattivi è ben più ampia: MPS, il buon Mattarella e l’Informazione (soprattutto quella “pubblica”). Ma qui, la vera vittima è il popolo italiano – è il commento di Gaetano Scamarcio  (Coordinatore Provinciale Forza Italia Giovani) in merito all’incarico alla Presidenza del Consiglio dei Ministri conferito dal Presidente Mattarella a Paolo Gentiloni“Quel popolo italiano” – prosegue il Coordinatore di FI Giovani BAT –  “che il 4 Dicembre ha dimostrato di essere ancora interessato alla cosa pubblica, se giustamente stimolato. Ad oggi però, con un Parlamento dichiarato illegittimo dalla Corte Costituzionale e composto per il 70% da da politicanti di stagione, interessati a raggiungere i 4 anni e 6 mesi necessari a maturare la famigerata “pensione d’oro” e il IV Governo non eletto dal popolo italiano, sembra quasi che la politica voglia allontanare l’elettorato, soprattutto quello giovane”.

“Tutte le forze politiche sostengono e lottano per la breve durata del Governo Gentiloni, che dovrà lavorare “solo” per la legge elettorale, in attesa di una risposta sull’Italicum. Questo Governo però, grazie ai voti di gentaglia come Alfano e Verdini, ha i numeri per andare avanti fino a regolare scadenza del mandato. Vedremo come andrà a finire, ma a Roma si ricordino che il popolo sovrano ha ancora voglia di dire la sua – conclude Gaetano Scamarcio.