“Giorgino, ricordati dei 32 venezuelani di origine andriese”

“Confidavamo in un gesto di vicinanza del Sindaco della città di Andria Nicola Giorgino e della sua amministrazione al popolo venezuelano nell’accettare la nostra richiesta di far esporre a Palazzo San Francesco la bandiera del Venezuela. Invece sono trascorsi parecchi giorni dal deposito della nostra istanza e non abbiamo ricevuto alcuna risposta in merito” – comincia così’ il comunicato diffuso dall’associazione politico-culturale Forza Andria

“Dopo aver pazientemente atteso, in quella che definiamo una battaglia di civiltà e democrazia che vede coinvolte tutte le democrazie del mondo e tutti i paesi dell’Unione Europea, vorremmo capire quali sono le motivazioni che spingono il Comune di Andria, o meglio l’amministrazione comunale, nel continuare ad essere silente o a far finta di nulla su tale questione, dimostrando nei fatti il totale disinteresse nei confronti di una battaglia di civiltà, libertà e democrazia”.

“La nostra città vanta un numero di 32 venezuelani di origine andriese, che stanno vivendo una situazione di estrema difficoltà per quanto si sta consumando in queste ore nel paese sud americano con arresti ed esecuzioni di massa, così come confermato da Amnesty International. Pertanto, non intendiamo indietreggiare nelle nostra richiesta ed invitiamo il presidente del Consiglio Comunale di Andria Marcello Fisfola, in qualità di rappresentante della massima assise cittadina, a sostenere questa nostra iniziativa. Sarebbe un segnale tangibile di vicinanza della comunità andriese al popolo venezuelano impegnato in una battaglia di libertà per porre la parola fine al regime del sanguinario dittatore Maduro – concludono.