Gli incivili non risparmiano nemmeno Castel del Monte: cartacce e bottiglie di birra ai piedi del maniero federiciano

Gli incivili non risparmiano nemmeno Castel del Monte: cartacce e bottiglie di birra ai piedi del maniero federiciano. E’ quanto riportato anche da un cittadino sui social con alcuni scatti fotografici (a tal  proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui).

E’ opportuno ricordare ancora una volta come il vetro sia un materiale riciclabile, come anche l’alluminio e la plastica. Sostanze che in natura possono rivelarsi nocive ma che a livello industriale potrebbero essere riutilizzate con costi inferiori a quelli di smaltimento. Costi che, spesso aggravano le risorse dei comuni quando questi si vedono costretti a conferire rifiuti indifferenziati nelle discariche (che paghiamo a caro prezzo e che di certo non migliorano la qualità di vita del territorio).

Rifiuti abbandonati nei pressi della pineta a e a pochi metri dal maniero federiciano testimoniano l’inciviltà di alcuni turisti e forse anche quella di alcuni residenti del territorio che riempiono di rifiuti l’area naturale, li dove sorge il simbolo della Puglia, patrimonio UNESCO dell’umanità ed eccezionale struttura storica praticamente unica al mondo per le sue inconfondibili caratteristiche.  Un insulto a Castel del Monte, alla Puglia, all’Alta Murgia e anche alla città di Andria che da tanti anni cerca di promuovere il territorio. Un territorio frequentato da migliaia di turisti all’anno ma evidentemente anche da molti “zozzoni” che andrebbero sanzionati con pesanti multe attraverso controlli serrati ed analisi di impianti di videosorveglianza. Linkiamo qui sotto immagini diffuse sui social:

 

A te Merda . La sera quando ti fá caldo e vai al Castello per refrigerare il tuo inutile corpo e quello dei tuoi amici…

Pubblicato da Francesco Vurchio su Lunedì 10 luglio 2017