Il prof. Suriano raddoppia: oltre 8.000 firme per salvare il Teatro Astra di Andria

Raggiunge quota 8.028 il numero delle firme per “Salvare il teatro Astra di Andria“, la storica struttura che oggi giace in Corso Cavour e che un tempo fu luogo di tantissimi spettacoli teatrali. Una struttura che, vista anche la sua ubicazione nell’area pedonale del centro cittadino, andrebbe rivalutata.

Per questo motivo, il prof. Riccardo Suriano, Savino Montaruli e Vincenzo Santovito, membri del CO.ADO. (Comitato cittadino adozione del 1° Vicolo San Bartolomeo – la via di Andria più piccola del mondo) stanno promuovendo da tempo una raccolta firme al momento simbolica ma comunque rappresentativa per dimostrare l’interesse effettivo dell’intera cittadinanza al salvataggio del Teatro Astra.

Andria, ricordava il prof. Suriano in un precedente comunicato, pare sia l’unico co-capoluogo di Provincia a non avere un teatro, il che è gravissimo sia per via della mancanza di possibilità di ricevere artisti di grandi livelli, sia perché è di fatto un’opportunità in meno per i giovani talenti. A questo problema occorre trovare una soluzione.

Tra le oltre 8.000 firme, spicca anche quella del Vescovo di Andria, Mons. Luigi Mansi. Qui sotto il post diffuso stamane su Facebook da Savino Montaruli:

… la mattinata comincia con il ritiro di altre griglie con le firme a sostegno della nostra Petizione “Salviamo il…

Pubblicato da Savino Montaruli su Lunedì 10 aprile 2017