Incontro ad Andria con padre Marcelo Barros, monaco benedettino brasiliano. Tema dell’appuntamento “Il dono della profezia, da dom Helder Camara a papa Francesco”

La Caritas diocesana di Andria organizza per Giovedì, 24 maggio 2018 presso l’Opera diocesana “Giovanni Paolo II” in via Bottego, 36 – Andria (possibilità di parcheggio) , alle ore 19.30 un incontro di riflessione – testimonianza con padre Marcelo Barros, monaco benedettino brasiliano. Il tema dell’incontro sarà “Il dono della profezia, da dom Helder Camara a papa Francesco”.

Dom Helder Camara, vescovo brasiliano, plasmato dallo Spirito quale uno degli artefici del Concilio Vaticano II, è stato ospite nella città di Andria a metà degli anni 80. Anticipatore di temi e prassi pastorale, il servo di Dio ha una sua continuità in testimoni del nostro tempo come don Tonino Bello e papa Francesco. Dom Helder è stato definito “amico dei poveri” per la scelta pastorale dell’ “opzione preferenziale dei poveri”. L’incontro metterà a fuoco proprio la dimensione della profezia, mai assopita nella Chiesa e pronta a risvegliare coscienze e impegno in molti credenti e ad essere al passo con i tempi.
Marcelo Barros, monaco benedettino brasiliano, eco- teologo della liberazione, biblista e scrittore, è stato già ospite della nostra Diocesi nel settembre 2004. Grazie alle sue parole, la Caritas diocesana ha potuto sviluppare negli anni una attenzione alla Custodia del Creato giungendo a definire il progetto Green Life.

Barros ha 73 anni. Entra nel monastero benedettino di Recife a 18 anni. Nel 1969 viene ordinato sacerdote proprio dall’ arcivescovo dom Helder CAMARA, di cui diviene stretto collaboratore della pastorale giovanile e l’ecumenismo. Dopo aver passato vari anni nel monastero di Recife si sposta in quello di Curitiba per poi fondare, 30 anni fa, insieme ad altri monaci, il monastero dell’Annunciazione a Goias, nel centro del Brasile. E’ stato tra i fondatori del CEBI, centro studi biblico, assessore della Commissione Pastorale della Terra (C.P.T.) e della Comunità Ecclesiali di Base (C.E.B.s), espressioni della Conferenza Nazionale dei Vescovi Brasiliani (C.N.B.B.). E’ segretario dell’Assett (associazione ecumenica dei Teologi del Terzo Mondo): Africa, America Latina e Asia. Ha scritto 56 libri, di cui 17 editi in Italia. La sua formazione e competenza spirituale e teologica consentiranno anche una breve riflessione sul Sinodo Panamazonico indetto da papa Francesco per il 2019.

L’incontro, aperto a tutti, offrirà la possibilità di ascoltare una voce fresca e giovane come quella di papa Francesco e consentirà un ulteriore approfondimento della coscienza civica, di una cittadinanza attiva e di una testimonianza della fede per la giustizia, la pace e custodia del Creato. Qui la locandina dell’evento: