“Insultato consigliere comunale andriese per il suo stato di salute, indecente” – centrodestra prende le distanze dal M5S

Non si placano le polemiche per gli attacchi tra maggioranza ed opposizione durante l’ultima seduta di Consiglio Comunale svoltosi lo scorso venerdì ad Andria. In una nota firmata da Movimenti politici di centro destra Forza Italia – Domenico Campana, Andria in Movimento – Luigi Di Noia, Direzione Italia – Maria Teresa Forlano, Noi con Salvini – Michele Abruzzese, Catuma 2015 – Pasquale Bruno, Andria Possibile – Riccardo Frisardi, Alleanza per Andria – Salvatore Barbangelo, Andria Nuova -F lli d’Italia – Salvatore Pistillo, si legge:

“Nel consiglio comunale di venerdì sera è avvenuto un episodio inqualificabile. Un consigliere comunale dei cinque stelle, per giunta presidente di commissione, ha preso di mira un consigliere comunale di maggioranza a causa del suo stato di salute.

Un comportamento indecente che denota come per i presunti “portavoce” dei cinque stelle il fine giustifichi sempre i mezzi. Anche i più biechi ed inaccettabili!

Utilizzare il termine “riesumare” per commentare la presenza di un uomo che un mese fa ha rischiato la vita e cercare con questo la ribalta mediatica non lo consentiamo. Né politicamente ma soprattutto umanamente.

Per questo motivo chiediamo al gruppo consiliare dei cinque stelle, e a tutti quei cittadini di cui si dichiarano portavoce, presa di distanza da tale vergognoso comportamento. L’onestà, tanto invocata a voce, dovrebbe vedere comportamenti leali e cavallereschi in campo. Un’azione così bieca invece non può che richiedere una risposta chiara: dimissioni subito dell’autore dell’ignobile gesto, non all’altezza di essere l’immediata annoverato in un consesso civile.

Ci viene la pelle d’oca nel pensare che tali individui possano avere dei seguaci e rappresentino la città da eletti in Consiglio Comunale” – concludono i consiglieri andriesi di centrodestra.