La disavventura di una famiglia andriese alla Fiera del Levante: “circondati da parcheggiatori e bigliettai abusivi, poi la beffa finale”

La Fiera del Levante di Andria oggetto di meraviglia, curiosità, esperienze collettive ma anche purtroppo di non poche critiche. Se nei giorni scorsi si era parlato di alcuni problemi inerenti alle biglietterie (ha fatto scalpore ancora una volta il fenomeno dei soggetti non ufficiali che vendono biglietti fuori dagli ingressi), altre esperienze direttamente raccontate da alcuni visitatori dovrebbero far riflettere sulle problematiche da risolvere.

Lo ha raccontato telefonicamente un nostro concittadino con un messaggio ricevuto in redazione (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui).

“Domenica mattina, dopo esserci organizzati per andare alla fiera del Levante di Bari, chiamo la direzione generale della fiera per chiedere informazioni sui costi dei biglietti e sui parcheggi convenzionati. Mi dicono di recarci presso il parcheggio “Marisabella” per usufruire della convenzione della riduzione del biglietto. Entriamo a Bari e troviamo già dei parcheggiatori abusivi che ci consigliano di parcheggiare qui ma noi proseguiamo in direzione “Marisabella”. Arriviamo al parcheggio, parcheggiamo la macchina dopo aver pagato l’ingresso e aver avuto la conferma della presenza della convenzione”.

“Dopo di che ci troviamo circondati da bagarini che ci “costringono ” a comprare i loro biglietti sotto gli occhi dei dipendenti dell’Amtab. Dopo averli acquistati saliamo sulla navetta come delle sardine e arriviamo alla fiera. Giunti lì, ci rechiamo alla biglietteria e con nostra sorpresa ci dicono che i suddetti biglietti sono in realtà inviti gratuiti. Chiamo le forze dell’ordine per denunciare l’accaduto e ricevendo in cambio la conferma dell’abusivismo presente in quel parcheggio“.

Quello dei parcheggi abusivi e la vendita abusiva di biglietti risulta quindi ancora oggi un fenomeno piuttosto noto nei dintorni della Fiera del Levante. Alcuni giorni fa, una nota testata giornalistica del barese ha diffuso su YouTube un’intervista a uno dei bagarini che ha venduto i biglietti. Il video lo linkiamo qui sotto: