La Murgia di Castel del Monte: prossimi appuntamenti il 6 e 7 aprile. Prenotazione obbligatoria

Si è concluso, con un buon riscontro di pubblico curioso e attivo, nel pomeriggio di domenica 31 marzo il primo weekend delle iniziative di La Murgia di Castel del Monte: una terra tutta da scoprire promosse dal Consorzio Terre di Castel del Monte nell’ambito della programmazione di inPuglia365, progetto a favore della destagionalizzazione turistica.

Ad inaugurare l’iniziativa, nella mattinata di sabato 30 marzo, SELVATICO DI PUGLIA, Laboratorio di pratica e conoscenza delle erbe spontanee dell’Alta Murgia condotto da Pietro Zito presso il suo orto nel Borgo di Montegrosso. Il Patron di Antichi sapori ha accompagnato i suoi ospiti, provenienti non solo da Andria ma anche da altre città della Terra di Bari, in un viaggio tra i gusti i profumi, gli odori delle erbe selvatiche del suo orto, per ricoprire la vera anima contadina della nostra Murgia.

Nel pomeriggio poi, un nuovo gruppo di escursionisti è partito alla volta della scoperta delle Querce secolari di roverella nel nostro territorio, i cui esemplari superstiti risalenti a più di 300 anni fa testimoniano la presenza a Andria di un bosco di roverelle sino a circa 70 anni fa. A guidare il trekking esplorativo, dapprima in contrada Maccarone e dopo a Borgo Troianello, l’esperto studioso del paesaggio Nicola Montepulciano.

La mattinata di domenica 31 marzo è stata, invece, caratterizzata da un ciclotour sulla rotta del maniero federiciano. Gli esploratori-bikers sono partiti dalla chiesetta di Santa Lucia, ad Andria, per scoprire la Ciclovia della Trifora. Con bici e caschi messi a disposizione dall’Associazione Ciclomurgia, hanno percorso la Ciclovia della Trifora che da Santa Lucia porta a Castel del Monte in circa 22 chilometri di strada in parte asfaltata e in parte sterrata. Giunti in cima, i partecipanti hanno potuto ammirare e godere del panorama che caratterizza la scenografia naturale del castello federiciano. E proprio nel solco della storia si è conclusa la giornata di domenica. Nel pomeriggio infatti, un folto gruppo di appassionati si è mosso tra i vicoli del centro storico di Andria alla scoperta delle architetture sacre delle chiese principali che fanno di Andria la città definita dei Tre Campanili.

Le prime due giornate delle iniziative del consorzio Terre di Castel del Monte si sono rivelate un buon imprinting per queste attività che si pongono come obiettivo principale la fruizione turistica della terra di Puglia all’infuori del periodo di alta stagione, al fine di esplorare nuovi siti e antiche storie. Le iniziative del consorzio continueranno nel prossimo weekend. Sabato 6 aprile alle ore 10, sarà la volta di un’escursione ad Andria presso le antiche vie della transumanza, alla scoperta delle bioarchitetture rurali tra jazzi, masserie e tratturi e della Puglia preistorica. Alle ore 16 invece, una visita alla Necropoli di San Magno nel Parco dell’Alta Murgia.

E ancora, domenica 7 aprile, alle ore 10, PASTORI PER UN GIORNO: un’esperienza a tu per tu con gli animali della masseria, sempre in agro di Andria e a partire dalle ore 16, Laboratorio di pratica e conoscenza della produzione dei formaggi in un caseificio artigianale. La partecipazione agli eventi è totalmente gratuita, su prenotazione.
Per informazioni e adesioni è possibile inviare una mail a terredicasteldelmonte@gmail.com, contattare il numero telefonico +39 388 8942266 anche via whatsapp o visitare la pagina Fb del Consorzio Terre di Castel del Monte o la pagina dell’evento al link
https://www.facebook.com/events/536406723550845/
Le prenotazioni alle iniziative sono indispensabili in quanto gli eventi e le attività previste, per motivi di sicurezza dei partecipanti e per garantire una fruizione ottimale dell’esperienza, prevedono un numero limitato di partecipanti. Tutti gli eventi sono consultabili anche sul sito inpuglia365.it