La Puglia verso zona gialla? Attesa per l’aggiornamento del Ministero ma altri 27 morti nelle ultime ore

La regione Puglia potrebbe presto ricevere l’assegnazione del colore giallo nell’ambito dell’emergenza sanitaria causata da nuovo coronavirus. C’è infatti attesa per l’aggiornamento del Ministero della Salute previsto nelle prossime ore, che potrebbe riportare la nostra regione nella fascia meno grave della nostra regione:

Questo nonostante il virus la presenza notevole di svariate varianti” del virus, tra queste quella indiana e quella “simil-nigeriana“. Prosegue intanto la campagna vaccinale, che in Puglia ha superato il milione di dosi somministrate. Nell’ultimo bollettino diramato dalla Regione sono stati registrati 27 decessi: 4 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 1 in provincia BAT, 8 in provincia di Foggia, 7 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto. Tuttavia, gli indici indicatori riportano una riduzione dei posti letti occupati, segno di un possibile allentamento delle misure. In fascia gialla, lo ricordiamo ancora una volta, sono consentite le consumazioni all’interno dei locali e gli spostamenti tra comuni della stessa regione. A tal proposito, riportiamo qui sotto i link ad alcuni servizi televisivi diffusi sul web:

 

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.