“La storia di Aladdin – il musical” in scena al Palasport di Andria

Amicizia, amore e l’augurio che tutti prima o poi possano realizzare i loro sogni. Sono questi i valori che La Compagnia Dallaluna Musical Theatre, con il patrocinio del Comune di Andria, dell’Assessorato alla Cultura e all’Istruzione e del Festival Castel dei Mondi, porterà in scena il 7 e l’8 gennaio al Palasport di Andria con il musical “La storia di Aladdin”, tratta da “Le mille e una notte”.

La Compagnia Dallaluna, con sede ad Andria e Barletta, opera nel proposito valorizzare i talenti locali e, anche a chi sceglie di trasferirsi al Sud, offrire la possibilità di svolgere dignitosamente il proprio mestiere di artista. È con la voglia di dimostrare le virtù artistiche del Sud e creare una rete sinergica tra differenti realtà che la Compagnia propone opere teatrali musicali, sia originali che rifacimenti, e si apre a tutti coloro che, tramite provini e audizioni, vorranno far parte di questa realtà.

«Il mio motto è sempre stato: “Nella vita servono opportunità e, se queste non ci sono, creale!”. – afferma Michele Marmo, direttore artistico della Compagnia Dallaluna Musical Theatre e direttore vocale – Oltre alla mia attività di produzione discografica e cantautore, amo seguire i giovani in una crescita artistica a 360°. Di qui nasce l’esigenza di  offrire un valore aggiunto, andando oltre il semplice studio, dando vita ad una compagnia con una propria produzione teatrale.

Dopo anni di lavoro, tutto questo ha avuto la possibilità di concretizzarsi grazie alla fiducia del Comune di Andria, nelle persone dell’assessore alla Cultura Luigi Del Giudice, che ha creduto e sposato un progetto lungimirante, del sindaco Nicola Giorgino e dell’assessore all’Istruzione Paola Albo. Un grazie anche al Festival Internazionale Castel dei Mondi che, offrendo il suo patrocinio, ha mostrato attenzione verso realtà artistiche del territorio e ha dato continuità al progetto culturale che lo vede protagonista a livello internazionale da XXI edizioni». Il musical andrà in scena il 7 gennaio alle ore 20.30 e l’8 gennaio alle ore 10 per le scuole e, grazie al supporto dell’azienda Gemitex, è completamente gratuito su invito, che può essere ritirato presso il Comune di Andria: Ufficio Relazioni con il Pubblico e Comunicazione – Chiostro San Francesco.

«Pensando che ci si possa impegnare nel sociale in ogni occasione, – prosegue Michele Marmo –  abbiamo voluto rendere libero l’ingresso e lasciare liberi i cittadini  di sostenere le associazioni Onlus impegnate sul territorio che quel giorno saranno presenti al Palasport».

«Un modo per cominciare l’anno in un’atmosfera magica – afferma l’assessore Luigi Del Giudice – e per augurare simbolicamente a tutti gli andriesi, agli studenti soprattutto, di riuscire a realizzare propri desideri, scommettendo sempre su se stessi e non su scorciatoie alternative che alla fine ti imprigionano come il genio nella lampada. Un’opportunità per giovani e straordinari artisti. Alcuni di loro, ed è questo il mio maggiore orgoglio, hanno investito sul proprio futuro decidendo di trasferirsi ad Andria per poter spiccare il volo nel mondo dell’arte. Una sintesi perfetta di collaborazione tra amministrazione, associazioni culturali ed illuminati imprenditori che investono in cultura per assicurare risultati straordinari».

Alla nascita del musical hanno collaborato trenta artisti tra cui i protagonisti Stefano Francebandiera (Aladdin), Roberta Dileo (Jasmine), Antonio Memeo (Sultano), Andrea Gaglione (Genio), Francesco Doronzo (Jafar),  Antonella Liso (Jago);  i coristi, ballerini, attori e figuranti provenienti da accademie di formazione quali Centro MusicAli (Andria), Barletta Art Academy (Barletta), Centro Teatro Danza (Andria). La regia e la direzione vocale è stata curata da Michele Marmo con supervisione teatrale di Antonio Memeo, coreografie di Grazia Dicataldo, scenografie e costumi di Dora Martinelli, proiezioni digitali di Beppe Perri, luci e audio di Antonio Moschetta. Il monologo introduttivo sarà affidato a Francesco Attorre, medico, psicoterapeuta, psichiatra, mental coach, che coglierà gli aspetti più intimi e profondi del giovane Aladdin. Non ci resta che sfregare insieme la lampada, il 7 e l’8 gennaio, e scoprire cosa accadrà…