L’amministrazione di Andria non presenta la sua candidatura ai fondi regionali malgrado l’approvazione a maggioranza dell’OdG in consiglio comunale presentato dall’avv. Laura Di Pilato

palazzÈ definitiva la graduatoria degli interventi sugli impianti sportivi di 90 Comuni pugliesi, con un’attivazione di complessivi 7 milioni e 626 mila euro. Un investimento con pochi precedenti su campi sportivi, palazzetti, palestre o strutture polivalenti, che saranno ampliati, potenziati, messi in efficienza dal punto di vista energetico o riqualificati. 

Il Comune di Andria è tra i grandi assenti dalla lista non avendo presentato nemmeno la sua candidatura. Malgrado l’OdG dell’avv.to Laura Di Pilato e la sua approvazione a maggioranza in consiglio comunale, non è stato dato seguito alla realizzazione dell’istanza di partecipazione. L’avv.to Di Pilato suggeriva al Comune di Andria di sfruttare l’esito positivo dell’eventuale partecipazione al bando per l’acquisto di attrezzature sportive al fine diimplementare la dotazione delle stesse sia all’interno del Sant’Angelo dei Ricchi che all’interno della nostra villa comunale.

«Sono davvero rammaricata per l’atteggiamento dell’amministrazione comunale nei confronti del provvedimento che ho presentato in consiglio ottenendo l’approvazione dei colleghi consiglieri di maggioranza e opposizione – commenta la consigliera comunale Laura Di Pilato -. Apprendo che il Comune di Andria non ha presentato la sua candidatura. Sull’argomento ho anche presentato, giovedì 13 dicembre, un’interrogazione urgente scritta a cui però nessuno si è degnato di rispondere. Andria perde una grande opportunità. Soprattutto in un periodo di grave crisi economica per le casse comunali, intercettare fondi altrove sarebbe cosa utile e indispensabile. Evidentemente parlare di sport e di attività ad esso collegate, non riscuote l’interesse dell’amministrazione».

La graduatoria regionale. Nella BAT si indirizzano 300 mila euro a Bisceglie, Minervino Murge e Trinitapoli. In provincia di Bari, con circa 900 mila euro, sono finanziati interventi a Alberobello, Binetto, Bitetto, Castellana Grotte, Grumo Appula, Molfetta, Monopoli, Polignano a Mare, Terlizzi e Triggiano. Brindisi, Ceglie Messapica, Cisternino, Fasano, Francavilla Fontana, Mesagne, Ostuni e San Donaci, in provincia di Brindisi, vedranno i loro impianti sportivi comunali finanziati con 660 mila euro. In provincia di Foggia, Biccari, Bovino, Cagnano Varano, Carpino, Celenza Valfortore, Monte Sant’Angelo, Monteleone di Puglia, Ordona, Orta Nova, Panni, Peschici, Rignano Garganico, Rocchetta Sant’Antonio, Roseto Valfortore, San Marco La Catola, San Severo, Troia, Vico Del Gargano, Volturino e Zapponeta potranno contare su un finanziamento complessivo di 1 milione e 700 mila euro.

In provincia di Lecce, 3 milioni e 200 mila euro finanzieranno interventi su impianti sportivi dei Comuni di Acquarica del Capo, Alezio, Alliste, Aradeo, Botrugno, Caprarica di Lecce, Castrignano dei Greci, Collepasso, Corigliano d’Otranto, Corsano, Cutrofiano, Galatina, Giurdignano, Lecce, Leverano, Martignano, Matino, Melendugno, Muro Leccese, Nardò, Nociglia, Ortelle, Otranto, Racale, Ruffano, San Cassiano, San Donato di Lecce, Sanarica, Scorrano, Seclì, Soleto, Spongano, Squinzano, Supersano, Surano, Taurisano, Taviano, Tricase, Tuglie e Ugento. In provincia di Taranto infine, con 860 mila euro saranno sostenuti lavori sugli impianti sportivi comunali di Carosino, Crispiano, Fragagnano, Grottaglie, Manduria, Maruggio, Massafra, Palagiano e San Giorgio Ionico.