Lavoratori andriesi bloccati e rapinati tra Cerignola e Canosa di Puglia. E non è la prima volta. Facciamo qualcosa per difendere gli onesti lavoratori – video

Ennesima rapina ad onesti lavoratori andriesi, stavolta sulla ex 98 tra i comuni di Cerignola e Canosa di Puglia: stando ad una prima ricostruzione, erano le 14:30 circa quando 4 soggetti dal volto travisato hanno bloccato un Iveco Daily con a bordo alcuni ambulanti ed intimando gli stessi di farsi consegnare oggetti di valore. I malviventi hanno agito armati a bordo di un’automobile di medie dimensioni.

Non contenti del furto già perpetrato, i criminali sono saliti a bordo del veicolo da lavoro, fuggendo con tutta la merce che gli ambulanti avrebbero dovuto vendere per guadagnarsi da vivere. Non si tratta di un caso isolato, come riportammo noi della redazione di VideoAndria.com, un episodio non tanto differente avvenne lo scorso aprile sulla provinciale 231 tra i comuni di Andria e Corato. In quell’episodio i malviventi riuscirono a bloccare persino un vigilante per far razzia di un furgone carico di sigarette.

In un caso precedente, a fine 2017, un andriese fu rapinato mentre era con il suo furgone sulla Corato-Altamura. Anche in quel caso fu sottolineata la brutalità delle modalità di rapina con grande indignazione anche per le sigle sindacali locali. In quell’occasione si parlò persino di armare gli ambulanti pur di scongiurare il rischio. Un urlo di disperazione che vorrebbe così segnalare il disagio e i rischi a cui questi lavoratori sono costantemente sottoposti. Nell’ultimo caso registrato oggi stanno indagando gli agenti di Polizia. Video diffuso dall’emittente televisiva Telesveva:

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).