Lavoro festivo ad Andria. Richiesta udienza Sindaco

ECCELLENZA,

con la presente intendiamo porgerLe il nostro sincero augurio per il XXI Anniversario dell’Ordinazione Episcopale a Vescovo di Andria. In tutti questi anni Le riconosciamo un forte senso di appartenenza alla nostra Comunità, che ben conosce. Ogni qual volta abbiamo avuto modo di leggere dei Suoi interventi, abbiamo sempre avvertito nelle Sue parole il vero senso della saggezza, della Fede e dell’attenzione con la quale S.E. segue le vicende cittadine, a volte molto tormentate. Le scriviamo per richiederLe un’Udienza con le rappresentanze delle scriventi Associazioni andriesi. Udienza che vuole avere unicamente la finalità di sentirci confortati dal Suo pensiero in merito ad un tema del quale da anni si dibatte e che sta stravolgendo, in peggio, lo stile di vita nostro e delle nostre Famiglie. Sappiamo bene del Suo impegno, anche pubblico, a difesa del riposo festivo, contro il “lavoro continuo”.

Poiché avvertiamo forte la minaccia che quel filo che ha mantenuto un minimo equilibrio nella città di Andria, tra giornate di lavoro festivo e di riposo, si stia rompendo, a vantaggio di grossi interessi economico-politici, che tanti danni causano anche alla moralità della stessa Politica e genera ulteriore sfiducia nella Istituzioni, crediamo che una Sua Parola in merito possa essere da supporto alla nostra causa.

Siamo mamme e papà, lavoratrici e lavoratori, dipendenti e autonomi, di diversa estrazione sociale, con diversi interessi economici ma uniti, insieme, per una battaglia di Civiltà che solo unendo le nostre forze possiamo legittimamente vincere.

Sono tante le irregolarità, le incongruenze, le contraddizioni e le falsità che attorno al problema delle aperture domenicali e festive dei negozi, si stanno consumando sulla nostra pelle e di ciò ci siamo accorti in tempo e non possiamo permettere ulteriori ritardi nelle decisioni che le Istituzioni hanno il dovere di assumere. Troppe fughe dalle proprie responsabilità, troppi rossori sospetti sui visi di coloro che hanno il compito di assumere decisioni pubbliche, troppa poca partecipazione e scarsissimo senso di condivisione sono alla base di uno sconforto e di uno scoraggiamento insostenibili. Eccellenza, abbiamo già avuto un incontro con il Sindaco di Andria ma non c’è altro tempo da perdere. Vogliamo che le decisioni vengano assunte immediatamente perché non c’è alcun comprensibile motivo per ritardarle o forse alcuni motivi esistono ma se dovessero, ancora una volta, essere “quelle ragioni” a prevalere, avremmo confezionato un’ulteriore, demoralizzante e immorale SCONFITTA, per tutti.

In attesa di un Suo cortese riscontro, La salutiamo con tutto l’affetto che questa Comunità Le ha ampiamente dimostrato in tutti questi anni.

Cordiali saluti

Andria, 7 gennaio 2010

Le Associazioni:

UNIMPRESA BAT
A.DI.M.A. (Associazione Difesa Mamme Andriesi)
CONSORZIO “LE CITTA’ I MERCATI”
COMITATO DIPENDENTI SETTORE COMMERCIO”
COMITATO REGIONALE “quasi MAI DI DOMENICA”