L’ex dirigente Asl BAT Ottavio Narracci agli arresti domiciliari

Ulteriore e collaudato sistema di vendita delle funzioni giudiziarie” – accuse pesanti quelle emesse nell’ambito dell’inchiesta condotta dalla polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza di Lecce. Tra i nomi dei dirigenti Asl finiti agli arresti domiciliari, spicca anche quello dell’Ex Direttore generale dell’Asl Bat, Ottavio Narracci.

C’è comunque da precisare che le accuse, che potrebbero anche essere smentite dagli uffici giudiziari, non hanno nulla a che vedere con l’attività sanitaria nella Regione Puglia. Lo precisa il Presidente Michele Emiliano:

“Ho preso atto dell’ordinanza. Vorrei specificare che nessuno dei capi di imputazione ha a che fare con l’attività della ASL di Lecce. Sono relazioni personali, per quello che ho capito ovviamente ammesso che siano poi provate dagli uffici giudiziari, tra singole persone effettivamente dipendenti della ASL, con un singolo magistrato, quindi nessuna delle imputazioni ha a che fare con l’ attività della ASL di Lecce e meno che mai della Regione Puglia. Si tratta di fatti privati che la magistratura esaminerà e giudicherà ma che, ripeto, non hanno nulla a che vedere con la nostra attività. Ora ovviamente dovrò nominare un commissario che sostituisca il Direttore Generale, in questo momento agli arresti domiciliari”. Questa la dichiarazione del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano in relazione all’inchiesta della Procura della Repubblica di Potenza che ha portato agli arresti domiciliari il direttore generale della Asl di Lecce, Ottavio Narrracci. Video: