L’inciviltà colpisce ancora: rifiuti nel Parco IV Novembre di Andria. Poi ci lamentiamo di topi e malattie – FOTO

Ancora inciviltà presso il Parco Iv Novembre di Andria. Ancora una differenza rilevante tra cittadini che segnalano problematiche ed ignoti concittadini (speriamo una minoranza) che per motivi ingiustificati preferiscono gettare rifiuti li dove il verde dovrebbe essere simbolo di rispetto per l’ambiente, per le vittime della guerra (a pochi metri dal Monumento ai Caduti) e per l’intera comunità.

Poi ci lamentiamo delle malattie, dei disservizi, delle discariche che aumentano di rifiuti indifferenziati e che potenzialmente possono in alcuni disastri ambientali ben noti agli italiani, causare anche grosse problematiche sulla salute dei nostri cari. Purtroppo tutto ciò molto spesso viene dimenticato da alcuni concittadini ignoranti, pigri e stupidi. Quanto costa loro gettare i rifiuti (che in realtà rifiuti non sono ma risorse riutilizzabili) negli appositi contenitori per la raccolta differenziata porta a porta? E’ davvero così difficile pensare di tenersi quella dannata bottiglia in mano e poi portarla nella raccolta del vetro della propria casa? Un gesto troppo difficile per gli ignorantoni li fuori? Speriamo che un giorno questo tipo di situazioni possano rivelarsi solo un brutto e lontano ricordo. Al contempo ricordiamo ai cittadini che abbandonare rifiuti costituisce un reato punibile dalla legge, oltre che un’attività illecita che a livello comunale prevede pesanti sanzioni per i trasgressori. Alle istituzioni ricordiamo invece che da tempo le stesse hanno potenziato i servizi di videosorveglianza: vengano messi in pratica più di prima, visto che i “zozzoni” li fuori sono ancora tanti. Oggi sono solo bottiglie di birra, domani chissà, potremmo rischiare di ritrovarci circondati anche da rifiuti speciali pericolosi a causa dell’ignoranza di taluni e dell’indifferenza di altri.

Ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando quiLa foto ricevuta dalla nostra redazione: