Lotta studentesca a Foggia: “prendi bene la mira, colpisci il sistema!”

lotta-studentesca-foggiaQuesto lo slogan degli striscioni che i militanti di Lotta Studentesca hanno esposto in decine di città italiane per protestare contro le politiche del Governo Renzi.

Nella mattina di venerdì 21 ottobre infatti, davanti a più di 30 scuole superiori, sono stati affisse delle immagini raffiguranti il viso del Presidente del Consiglio, trasformate in oggetto di un simbolico tiro al bersaglio da parte degli studenti. Queste le parole di Andrea Di Cosimo, responsabile nazionale del movimento studentesco di Forza Nuova: “Oggi manifestiamo davanti alle scuole italiane con un’azione dimostrativa, simbolicamente forte, volta a ribadire un concetto fondamentale: l’unica opposizione al Sistema, all’establishment e al Governo Renzi è rappresentata da Lotta Studentesca. Tutte le altre associazioni studentesche di sinistra, che in questi giorni si scoprono contrarie alla riforma costituzionale, sono in realtà proprio l’espressione giovanile di quei partiti o di alcune associazioni sindacali che, a livello nazionale e parlamentare, tifano per il ‘Sì’ al Referendum del 4 dicembre. Pertanto, tutti gli studenti che davvero non si riconoscono in questa riforma voluta dai grandi potentati finanziari (in primis JP Morgan, la quale già qualche anno fa chiedeva la revisione delle costituzioni dei paesi europei, perché considerate eccessivamente a difesa dei lavoratori) non possono che aderire a Lotta Studentesca : un movimento coerente, radicale e genuino che si batte realmente contro chi mira a creare un’Italia debole e piegata ai diktat di Bruxelles. Ci teniamo a precisare inoltre, che noi non difendiamo a spada tratta l’attuale Costituzione. Riteniamo, però, che vi siano dei punti fondamentali, come quelli espressi dal Titolo III della Prima Parte, i quali non solo vanno protetti, ma vanno soprattutto attuati e concretizzati. Le nostre critiche al governo Renzi non si fermano certo qui: un altro punto dolente, contro cui da tempo stiamo lottando, è la “buona scuola” : una riforma che, qualora venisse approvata, trasformerebbe i nostri istituti in meri oggetti per il profitto, garantendo cospicui vantaggi per le scuole private. Per tutto questo – conclude Di Cosimo – con la manifestazione di oggi, consigliamo ai ragazzi di prendere bene la mira, e li esortiamo a non farsi fregare dalle manovre elettorali del Premier. Per colpire il Sistema, sostenete Lotta Studentesca, unico movimento a difesa degli studenti!”