Luigi Di Maio ad Andria, la Riforma e gli stipendi dei parlamentari – VIDEO

Luigi di Maio torna ad Andria per parlare di Riforma Costituzionale.

Il referendum sulla riforma della Costituzione del prossimo 4 dicembre si arricchisce quindi di una grande occasione di confronto sulle ragioni del No. Il Movimento 5 Stelle di Andria ospiterà il 28 ottobre 2016 il vicepresidente della Camera dei Deputati Luigi Di Maio. L’incontro si terrà in via Cavallotti 46, al punto di ascolto del Movimento 5 Stelle Andria a partire dalle 19.30. Ad introdurre l’incontro sarà il deputato andriese del Movimento 5 Stelle Giuseppe D’Ambrosio.

Come noto, il Movimento 5 Stelle è contrario a questa Riforma voluta dal Governo Renzi che guarda caso sembra ispirata ad alcuni documenti della nota banca d’affari JP Morgan. Nel frattempo, c’è anche grande fermento per la questione degli stipendi dei parlamentari. Come annunciato anche da Beppe Grillo, martedì sarà discusso in aula un momento storico per il paese: la proposta per dimezzare lo stipendio a tutti i politici. Perché, come spiega Grillo sul suo Blog, “so che sentite dentro il bisogno di fare qualcosa per il Paese che non sta più in piedi, con 10 milioni di poveri, con gente che non arriva a fine mese, pensioni da 400-500 euro. Il paese è quindi diviso, da chi fa appelli per ricordare questa gente che non arriva a fine mese e chi guadagna migliaia di euro senza rendersi conto.

Di fatto da tempo il M5S ha anche promosso la creazione di un sito web, tirendiconto.it, dove è possibile constatare tutte le spese dei parlamentari, quindi non solo gli stipendi, ma anche tutte le altre eventuali spese.

Sarebbe opportuno quindi che tutti i cittadini visitino il sito web tirendiconto.it per rendersi appunto conto di quale sia la situazione attuale  fare “due conti”. Nel frattempo, Di Maio, che diversamente di altri politici partecipa anche ad incontri all’aperto, ha affrontato la questione della proposta di legge dei parlamentari in piazza. Il VIDEO:

Mancano poche ore a un momento storico.

Il premier è in stato confusionale. Sa bene che se il PD rimanderà in commissione la nostra proposta di legge sul dimezzamento degli stipendi dei parlamentari, non gli basteranno tutte le slide del mondo per giustificarsi. Invitiamo Renzi a venire in aula. Segnatevi la data: ci vediamo domani, martedì 25 alle 15 in piazza Montecitorio, per un sit in di incoraggiamento al PD prima della votazione alla Camera. Se non glielo dice la loro coscienza, glielo direte voi cosa votare.

Pubblicato da Luigi Di Maio su Lunedì 24 ottobre 2016