Luigi Di Maio ad Andria: “vogliono toglierci il diritto di voto, sanno che stanno perdendo e quindi si barricano a Roma” – VIDEO

luigi-di-maio“Il pacchetto il nuovo Senato è semplicemente la loro cassaforte” – non ha peli sulla lingua il Vice-Presidente della Camera dei deputati Luigi Di Maio nel corso di un incontro svoltosi ad Andria promosso dai pentastellati per ribadire il No alla Riforma Costituzionale.

Il Senato non sarà più elettivo, ci metteranno dentro quelli che hanno gestito la sanità fino ad oggi, i consiglieri regionali, con l’immunità parlamentare e li metteranno a fare le leggi sulla sanità in Italia, le leggi sui trasporti in Italia, le leggi sui enti locali in Italia e poi alla Camera contestualmente faranno una legge elettorale con i capi lista bloccati che ci toglierà ancora il diritto di votare i nostri rappresentanti alla Camera. Ci tolgono la libertà di votare alla Camera, al Senato, alle aree metropolitane e alle Province“.

“La filosofia di fondo è che i vecchi partiti stanno perdendo il terreno, hanno perso la capitale d’Italia e ora rischiano anche in Sicilia. Rischiano di perdere potere. E allora cosa fanno: si arroccano, fanno una riforma, portano tutti i poteri a Roma, si chiudono a Palazzo Chigi. Hanno fatto delle leggi in questi anni per provare ad escludere il voto dei cittadini. Cambiando le leggi ordinarie non ce l’hanno fatta, ora cambiano la Costituzione. L’italicum è una legge che farà si che il 70% degli eletti alla camera sia nominato e non di eletti. Questo è il quadro della situazione, ci stanno fregando perché questa legge non riduce i costi della politica. Abbiamo presentato una proposta di legge per dimezzare gli stipendi dei parlamentari e ce l’hanno bocciata. Abbiamo troppe leggi, nemmeno i professionisti ci capiscono più nulla. Il punto è non fare più tante leggi, ma farne di meno e meglio”. Il VIDEO: