M5S a consiglieri: “Andria è devastata, dimettiamoci tutti altrimenti complici di Giorgino”, loro replicano: “dimettetevi voi e la sinistra, il disastro finanziario lo ha lasciato il PD” – video

Una proposta di dimissioni per consentire il naturale scioglimento del Consiglio Comunale. E’ quanto proposto anche con un filmato diffuso online dal consigliere comunale di Andria Michele Coratella (Movimento 5 Stelle). Nel filmato, il consigliere di opposizione spiega come per le dimissioni del Sindaco Giorgino servano fatti concreti anche da parte di chi, tra i banchi della maggioranza del consiglio comunale, ha spesso criticato le iniziative dell’attuale Sindaco senza però mettere in pratica una chiara posizione dissociativa nel confronti del primo cittadino.

Da qui la proposta di Coratella: quella di una raccolta firme aperta anche all’altra parte del consiglio, ovvero ai consiglieri comunali di maggioranza. Solo in questa maniera sarebbe possibile far dimettere Giorgino e dunque tornare ad elezioni. Nelle precedenti settimane erano stati i consiglieri dei gruppi di centrosinistra a chiedere le dimissioni del Sindaco Giorgino, ovviamente senza “successo”. Nel filmato Coratella ricorda la situazione di pre-dissesto per le casse comunali, con le cooperative rimaste di fatto in attesa di pagamenti arretrati da troppo tempo, con tutte le conseguenze negative. Coratella si aspetta dunque una “collaborazione” anche con i consiglieri comunali di maggioranza per tentare di terminare in anticipo questa seconda amministrazione Giorgino, vista la gravità della situazione.

Tuttavia, nelle ultime ore, una parte del centrodestra andriese, con un comunicato congiunto diffuso online, ha replicato al M5S chiedendo a sua volta le dimissioni dei soli pentastellati, appellandosi per evitare “manfrine e fiction a danno della città“. I consiglieri comunali di centrodestra puntano il dito contro quella “sinistra” che un tempo ha governato la città lasciando “milioni e milioni di debiti fuori bilancio e dalle normative capestro contro i comuni“. Riportiamo il comunicato subito dopo il video:

“Alla richiesta di dimissioni avanzata dal prode Coratella rispondiamo nell’unico modo possibile. Dimettiti tu con il tuo gruppo, gli uffici del segretario generale sono sempre aperti ogni giorno, ma si evitino manfrine e fiction a danno della città. Del resto in Consiglio Comunale dove i cinque stelle nei momenti delicati sono sempre risultati assenti nelle votazioni, evitando di assumersi serie responsabilità, non si sentirà per nulla la loro mancanza” – dichiarano in un comunicato congiunto i consiglieri comunali andriesi di maggioranza appartenenti ai gruppi di Andria in movimento  – Andria possibile –  Alleanza per Andria – Andria più  – Catuma Lega – Noi con Salvini e Fratelli d’Italia

“Se non vi dimetterete, invece, dimostrerete la vostra pochezza e la vostra abilità oramai evidente solo nel divulgare video su facebook senza alcun contradditorio. Già che ci siete portatevi dietro anche le cariatidi della sinistra in Consiglio Comunale con cui avete condiviso negli anni una opposizione becera e mai costruttiva. Ribadiamo che noi siamo e saremo complici di Giorgino e del centro-destra, complici dei cambiamenti epocali avvenuti nella nostra città dal 2010. Dall’Andria-Trani passando per la fine degli allagamenti in via Bisceglie a tutte una serie di opere che nel quotidiano hanno cambiato le abitudini, in meglio, degli andriesi. Biblioteca Comunale, Officina San Domenico, Villa Comunale, Piazza Duomo, raccolta differenziata porta a porta, centro pedonalizzato, Ztl nel centro storico, Piazza SS. Trinità o Stadio Sant’Angelo dei Ricchi per dirne alcune tra le più importanti. Di queste e di tante altre opere avviate e completate siamo assolutamente e convintamente complici del nostro sindaco”.

“E sui conti siete ridicoli anche voi cari amici cinque stelle. A Roma chiedete di sforare conti e parametri per investire fregandovene del bilancio mentre ad Andria chiedete le dimissioni di chi, proprio scontrandosi contro dirigenti e burocrati, ha permesso di investire in opere pubbliche nella città. Tra l’altro anche Torino della Appendino a cinque stelle ha approvato la procedura di riequilibrio per non parlare di Roma guidata dalla Raggi dove ciclicamente vengono chiesti aiuti di Stato per far quadrare i conti.

“Cari cinque stelle nostrani siate coerenti anche ad Andria ed aiutate il Comune nel ristabilire un riequilibrio dei conti dettato, come voi ben sapete, dai disastri lasciati dal PD con milioni e milioni di debiti fuori bilancio e dalle normative capestro contro i comuni applicate negli anni scorsi da quegli stessi alti burocrati che voi a Roma contestate. Altrimenti dimettetevi, non perdetevi in chiacchiere e lasciate lavorare in santa pace chi dal 2010 non fa video su fb ma agisce per la città. Anche oggi presentando la Ztl nel centro storico. Noi lavoriamo, voi state solo su fb. Buone dimissioni a voi ed ai vostri compari della becera sinistra andriese ridotta ad inseguire le vostre iniziative estemporanee” – concludono i consiglieri di maggioranza. Proprio nei giorni scorsi Giorgino aveva dichiarato che l’eventuale valutazione di dimissioni sarebbe stata verificata esclusivamente con una richiesta specifica dei consiglieri di maggioranza, richiesta che – a quanto sembra leggendo gli ultimi comunicati – non ci sarà. Video: