Manzoni Sport – Pol. Canosa 3-1

Una gara molto intensa soprattutto dal punto di vista emozionale per i ragazzi andriesi: tra vecchie conoscenze della Manzoni Sport ed esordi importanti, il punteggio positivo per la squadra andriese è servito a coronare un sabato pomeriggio di alta intensità. A tenere banco per tutto il pre-partita infatti, è stato Raffaele Tartaglione, oggi mister del Canosa, ma vecchia conoscenza per molti dei giocatori andriesi che si sono avvicinati e sono cresciuti sportivamente grazie a lui. Per omaggiare il tecnico Tartaglione infatti, la ASD Manzoni Sport Andria, prima del fischio iniziale, gli ha dedicato una maglietta ufficiale della squadra con le firme di tutti i suoi ex atleti. Momento emozionate per tutti e vissuto con applausi scroscianti dal pubblico presente al Polivalente Comunale.

Mimmo Carbonara torna a schierare in campo il sestetto ormai consolidato, visto il recupero di alcune pedine importanti come Vincenzo Milano. Primo set giocato in discesa per la compagine andriese che consolida un distacco importante dagli avversari. La Manzoni sbaglia poco e cerca di esprimersi al meglio anche in fase di ricezione, qualche volta deficitaria in stagione. Il set scivola via senza grandi emozioni e termina sul punteggio di 25-14. Protagonista iniziale del secondo set è Mirko Ippolito, andriese doc in prestito al Canosa, che in battuta riesce a fare 3 punti. La Manzoni però affila le armi e recupera senza problemi il distacco guadagnato dagli avversari. Il Canosa sembra aver capito che la ricezione è uno dei punti deboli della Manzoni e così con diagonali potenti e pallonetti al centro cerca di farsi strada. Complice un leggero calo di concentrazione della squadra di Mimmo Carbonara, la Pol. Canosa vince di misura il secondo set (23-25). Cambio di fronte e cambio di musica: la formazione di Carbonara ritrova il giusto equilibrio ed il parziale di 8 a 1 racconta di una squadra ordinata ed efficace e di un Canosa molto inesperto. Mimmo Carbonara decide così di cambiare le carte in tavola e sostituisce capitan Spescha con il debuttante Giacomo Masella, opposto dell’Under 18. Lascia il campo anche Stefano Massaro, ottimo soprattutto nelle alzate a Gianluca Porro, per il giovane Andrea Napolitano. Masella sembra essersi ambientato subito in questo esordio in serie C ed infatti passano pochi minuti e mette in cassaforte il suo primo punto personale, applauditissimo dal pubblico andriese. Il set si conclude sul punteggio di 25-14 per la squadra allenata da Mimmo Carbonara. Ultima frazione di gioco e altro cambio nelle file della Manzoni: a lasciare il campo è Luca Lanzone . Al suo posto entra l’under 18 Vito Matera che, senza perdere molto tempo, a muro porta a casa il suo primo punto. La formazione è quasi totalmente rivisitata e il gioco ne risente positivamente: tutto il sestetto capitanato ora da Vincenzo Milano esprime un gioco preciso, veloce e ordinato che manda completamente in panico la squadra di mister Tartaglione. Ultimo cambio per Mimmo Carbonara: ad uscire è il top scorer della giornata Vincenzo Civita; al suo posto entra Enrico Fortunato che subito serve una palla ghiotta a Napolitano che di seconda porta la Manzoni Sport a 23. A regalare il quarto set ai suoi compagni è Vincenzo Milano che in battuta chiude sul punteggio di 25-20.
Ottima prova quindi di tutta la squadra. Sia i veterani e sia i giovanissimi hanno conquistato questa vittoria importante che fa ben sperare per i progetti a lungo termine. Ma nell’immediato c’è da archiviare questa vittoria e pensare già alla prossima gara. Dall’altra parte della rete infatti, per la 12^ di campionato, la Manzoni sfiderà la capolista Zammarano Sportlab Foggia, tra le mura del palazzetto foggiano.

Mariangela Sgaramella

Bipress – Andria