Marmo (FI): “Emiliano è in tournèè…la xylella può attendere”

Nove anni di Xjlella in Puglia, nove anni di lotta al batterio condotta a colpi di parole, di slogan e di annunci, mentre l’olivicoltura pugliese affoga e gli olivicoltori pugliesi piangono. Eccolo il metodo di lavoro ormai consolidato del governo di centrosinistra, che ha trovato nel Governatore Emiliano l’interprete più autentico dell’inerzia, del pressapochismo e dell’insipienza nell’affrontare le problematiche più urgenti della nostra regione”. Lo dichiara il consigliere regionale di Forza Italia, Nino Marmo. Qui sotto Marmo con altri consiglieri di FI in Regione espongono uno striscione:

“Nove anni di attesa per partorire un topolino – un inutile disegno di legge che raccoglie norme sovraordinate e già vigenti – e con l’ultimo coniglio tirato fuori dal cilindro: l’Agenzia per la Xylella, di cui si avvertiva francamente la mancanza! L’ennesima Agenzia della nutrita collezione di Emiliano, una collezione di cui i Pugliesi hanno letteralmente le tasche piene. Entrando nel merito della vicenda Xylella – patologia con cui la Puglia dovrà rassegnarsi a convivere, così come è accaduto in California – nessuna spiegazione è venuta dal Governo sugli esiti dell’attività di ricerca fin qui condotta e su come siano stati spesi i primi sette milioni destinati allo scopo. Un silenzio che lascia a dir poco interdetti. In attesa -conclude Marmo- che volga al termine la tournée di Emiliano nei teatri romani e che il Governatore torni ad occuparsi della sua Terra, ai pugliesi oggi non resta che… piangere!”.