Mercato di Andria, la fruibilità di via Bruno Buozzi fa discutere gli ambulanti

Un incontro convocato dal Dirigente Suap del comune di Andria, arch. Pasquale Antonio Casieri, con le Associazioni di Rappresentanza che hanno contestato le procedure concluse dall’Ufficio per la riassegnazione dei posteggi trasferiti da via Buozzi. Un incontro nel quale si è discusso proprio delle assegnazioni d’ufficio da parte del comune e le gravissime conseguenze che ciò ha comportato. Un incontro durato oltre un’ora al quale hanno anche partecipato la sindaca, l’assessore ed altri soggetti. Un incontro che ha consentito alle Associazioni invitate di mettere sul tavolo le contestazioni ricomprese altresì non solo nelle note ufficiali delle Sigle di Rappresentanza presenti oggi a Palazzo di Città ma anche nel Documento firmato dagli Operatori che contestarono i “metodi antidemocratici attuati dall’amministrazione cittadina che poi hanno determinato le assegnazioni d’ufficio“.
Proprio nel merito delle assegnazioni d’ufficio, procedura peraltro non contemplata nella norma regionale né indicata nelle determinazioni ed ordinanze di trasferimento, è emersa la gravità della situazione e la ricerca delle soluzioni. A tal proposito anche questa volta è stata CasAmbulanti ad approfondire la delicata tematica, anche da punto di vista giuridico indicando la soluzione. Le dichiarazioni rilasciate dal Presidente Savino Montaruli sono chiare ed inequivocabili:

“aver proceduto con le assegnazioni d’ufficio nonostante la contestazione delle procedure giovedì 13 gennaio scorso in Largo Grotte, quando ancora si poteva rimettere tutto sulla via della chiarezza e trasparenza, si sta ora rivelando un boomerang per l’amministrazione comunale sorda alle insistenti richieste degli Operatori e delle Sigle presenti in tale circostanza. Infatti quelle assegnazioni, delle quali neppure nell’incontro di venerdì 21 gennaio in Sala Giunta è stata data spiegazione su quale metodologia siano avvenute, oggi consolidano le assegnazioni che non possono più essere rimodulate singolarmente ma che possono solo essere annullate per una riassegnazione secondo norma nel rispetto dei principi di legge con la presentazione preliminare della planimetria che riporti esattamente i numeri e le dimensioni dei posteggi che devono obbligatoriamente essere indicati nell’area mediante indicazione dello stallo in modo da evitare ciò che è accaduto con le assegnazioni d’ufficio e consentire a ciascun Operatore avente diritto di effettuare una scelta che gli consenta realmente di poter operare senza ostacoli, secondo le proprie esigenze, al contrario di quanto accaduto con le assegnazioni coatte nonostante fossero state già contestate”. Sempre montaruli ha poi firmato un ulteriore documento indirizzato all’ente comunale attraverso il quale il sindacalista andriese ribadisce:

“la nostra richiesta di ANNULLAMENTO DELLE PROCEDURE RITENUTE NON CONFORMI AL DETTATO NORMATIVO, quindi anche passibili di azioni individuali o collettive che invitiamo l’amministrazione comunale ad evitare agendo in autotutela.
Con l’annullamento delle procedure si ripristinerebbero condizioni di normalità con la riassegnazione dei posteggi mediante scelta individuale nelle nuove allocazioni, secondo i criteri di legge e soprattutto con la consapevolezza della scelta di aree idonee, conformi che abbiano i requisiti di legge che oggi quelle assegnazioni d’ufficio non consentono. Attendiamo cortese riscontro vista l’urgenza del provvedimento di annullamento che sarebbe opportuno fosse comunicato agli Operatori nel corso del mercato di lunedì 24 gennaio 2022, anche per non aggravare ulteriormente la situazione alimentando tensioni inopportune che sarebbero addebitabili esclusivamente a questa situazione alla quale siamo e restiamo completamente estranei prendendone apertamente le distanze” – ha concluso Montaruli. Nella giornata di domenica 23 gennaio, poi il sopralluogo ha permesso di constatare che via Buozzi è  ornata transitabile e fruibile dopo che lunedì 17 gennaio scorso venne interdetta ai Cittadini ed agli Ambulanti mediante il posizionamento di  pilastri in cemento che impedirono la fruizione anche da parte degli stessi Ambulanti che, pur avendo visto assegnarsi d’ufficio le nuove  postazioni di vendita inadeguate, non hanno mai ottenuto la nuova concessione per il trasferimento su altro posteggio, neppure su quello
assegnato d’ufficio, come invece avrebbe dovuto avvenire per legge, quindi, osservano sempre dalle sigle sindacali “ANCHE LUNEDI’ 17 GENNAIO AVREBBERO AVUTO TUTTO IL DIRITTO DI  CONTINUARE AD OPERARE IN VIA BUOZZI la cui chiusura ancora oggi non si
conosce per quale ragione e sulla base di quale provvedimento sia  avvenuta, nonché quali e quanti siano stati i costi di denaro pubblico per tutta quell’operazione. Peraltro, dalla stessa amministrazione si rendeva noto che “nelle stesse, identiche condizioni, il giorno lunedì 10 gennaio 2022 gli Ambulanti in  quella area avrebbero potuto continuare ad operare anche in funzione  delle verifiche di idoneità effettuate dagli uffici”.  Dalla Federazione Ambulanti dichiarano:

“alimentare questo clima di tensione sociale non fa onore a chi dovrebbe rappresentare con serietà e professionalità le Istituzioni dalle quale trae sostentamento. Via Buozzi venga dunque resa fruibile anche lunedì mattina 24 gennaio 2022 a tutti i concessionari di posteggio, soprattutto a coloro che, stando sulla parte opposta a quella dei lavori, sono stati trasferiti forzatamente e d’imperio dall’Amministrazione comunale che aveva prospettato loro un trasferimento in altra area e non l’umiliazione di fare da tappabuchi in posteggi che neppure sono mai stati disegnati nell’area. Un ulteriore danno, come quello subito lo scorso lunedì con un impedimento la cui  legittimità dovrà tutta essere accertata, non sarebbe tollerabile anche perché la stessa Amministrazione comunale di Andria, rendendosi conto del grande pasticcio combinato, ha espresso la volontà di aderire alla
richiesta di riassegnazione di tutti i posteggi, esattamente come voluto da CasAmbulanti e dalla Fiva Confcommercio per l’affermazione della legge. Fino a quando questo non avverrà si chiede che si lascino operare in via Buozzi i concessionari di posteggio legittimati a farlo. Qualunque azione di violenza privata o impedimenti alle legittime funzioni e facoltà nei confronti dei concessionari di posteggio o dei loro legittimi Rappresentanti, da parte di chicchessia, verrebbe denunciata alle competenti Autorità” – hanno concluso dalle sigle sindacali.

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.