Michelin 2018: ad Andria confermata Stella per Felice Sgarra, Big Gourmand per Zito a Montegrosso. Conferme anche a Barletta e Trani

 

Da Andria Felice Sgarra torna nuovamente “alle stelle”: anche per l’anno 2018 che si appresta ad arrivare, il pluripremiato chef andriese si è nuovamente aggiudicato la stella Michelin per il 5° anno consecutivo grazie al lavoro svolto ancora oggi al ristorante “Umami” di Andria, rappresentando orgogliosamente Andria, la Puglia e l’Italia intera. Con ben 356 ristoranti, l’Italia si piazza al secondo posto a livello internazionale, superata soltanto dalla Francia.

Non solo Andria: nella Provincia di Barletta – Andria – Trani la nuova guida Michelin premia anche Franco Ricatti e Angelo Campana (Bacco di Barletta) e Stefano Di Gennaro (Quintessenza di Trani). Gli CHEF STELLATI PUGLIESI sono: Felice Sgarra (Umami di Andria), Franco Ricatti e Angela Campana (Bacco di Barletta), Maria Circorella (Pashà di Conversano), Angelo Sabatelli (Putignano), Teresa Buongiorno (Già Sotto l’Arco di Carovigno), Antonella Ricci (Al Fornello da Ricci di Ceglie Messapica), Andrea Cannalire (Cielo di Ostuni) e Stefano Di Gennaro (Quintessenza di Trani).

Per quanto concerne la categoria BIB GOURMAND (locali che potrebbero potenzialmente ricevere una stella in futuro), troviamo conferme come Pietro Zito con il suo “Antichi Sapori” di Montegrosso (frazione di Andria) come l’Osteria del Borgo Antico di Gioia del Colle, U.P.E.P.I.D.D.E. di Ruvo di Puglia, Pantagruele di Brindisi, Cibus di Ceglie Messapica, Osteria Piazzetta Cattedrale di Ostuni, Il Turacciolo di Andria, Antichi Sapori di Andria/Montegrosso ma anche nuove sorprese con 31.10 Osteria Lorusso di Bisceglie, La Tradizione di Minervino Murge, Medioevo di Monte Sant’Angelo, La Fossa del Grano di San Severo, Il Capriccio di Vieste, L’Acchiatura di Racale e La Barca di Marina di Pulsano.