Milioni alla periferia andriese, “il centrodestra continua a rispondere alle parole dell’opposizione con la Politica del Fare”

“Le polemiche, pretestuose ed artificiose, con cui le opposizioni hanno attaccato di recente l’amministrazione Giorgino, appaiono oggi, alla luce dei fatti, quantomeno intempestive. Nel senso che, oltre i modi, gli autori della tesi dello stallo amministrativo, hanno sbagliato anche i tempi dell’uscita. Mentre infatti snocciolavano il consueto rosario delle opere a loro dire sospese, ecco che il sindaco di Andria, in data 6 marzo, procedeva invece a sottoscrivere con la Presidenza del Consiglio dei Ministri il Disciplinare del Bando per la Riqualificazione delle Periferie, più noto come “Centrare le Periferie”, di cui Andria è comune capofila per la Provincia di Andria – Barletta – Trani” – ricordano i Gruppi Consiliari andriesi del Centrodestra. Il comunicato è stato diffuso a nome della maggioranza politica di centrodestra, segno che nonostante le critiche provenienti dai banchi dell’opposizione, persiste ad Andria una maggioranza politica compatta che va oltre le singole liste partitiche.

Già nelle settimane precedenti e nell’ultimo consiglio comunale, infatti, dai banchi dell’opposizione erano partite affermazioni sul destino dell’attuale Consiglio Comunale. Dal centrodestra andriese appare invece un convinto sostegno all’amministrazione Giorgino, quasi a contrastare l’idea di una crisi di governo evocata dalle opposizioni ma nei fatti mai avvenuta ed anzi, arricchita da ulteriori imprese, l’ultima delle quali vede milioni di euro destinati alla periferia della città federiciana

“Trattasi” – proseguono dalla maggioranza andriese – “di un grande progetto in materia di riqualificazione urbana e di sicurezza nelle periferie, che comporterà per la sola città di Andria lavori per oltre 35 milioni di euro. Oltre al finanziamento governativo di 6 milioni per gli interventi candidati, sono infatti coinvolte risorse private comunali per 9,4 milioni di euro ed impegni di altri enti pubblici per circa 20 milioni di euro“.

Nello specifico gli interventi riguarderanno la ristrutturazione dell’Istituto scolastico “Riccardo Jannuzzi” (con un finanziamento governativo di 3 milioni); la pubblica illuminazione delle strade spontanee ( 480 mila euro); la video sorveglianza e la connessione del progetto “scuole in rete” ( 575 mila euro) ; le opere previste dal secondo lotto dei lavori per il recupero dell’ex mattatoio comunale da destinare ad uso culturale ( circa 2 milioni di euro). A chi si ostina a perseguire la politica delle parole in libertà, il centrodestra continua a rispondere con la Politica del Fare. Una politica né gridata, né sbandierata, che mira all’ottimizzazione del massimo risultato possibile. Per il territorio e per la comunità” – concludono dal centrodestra andriese.