Minervino Murge: grande poiana recuperata dai volontari andriesi – video

Ancora un rapace selvatico salvato grazie all’impegno dei volontari federiciani: il Prof. Francesco Martiradonna Presidente Provinciale, Responsabile Legale del Nucleo delle G.P.G.V. Zoofila delle associazioni “Ambiente e/è Vita Onluse “Nat. Federiciana Verde Onlus” comunica di aver ricevuto una telefonata il 24 marzo 2018 dal sig. Sergio Claudio, il quale esternava di aver recuperato un grande rapace alle ore 17:45 sulla SP 230 direzione Minervino Murge. Stordito ed infreddolito, il rapace è stato accudito e rifocillato su indicazioni telefoniche del prof. Martiradonna. 

Il giorno successivo, la ronda Zoofila, composta dai volontari, (oltre al prof. Martiradonna, anche Nicola Liddo e Riccardo Santonicolo) si è recata nella frazione andriese di Montegrosso, luogo in cui il sig. Sergio Claudio della vicina Corato ed il sig. Rinelli di Minervino M. hanno consegnato il rapace ai volontari andriesi. L’esemplare recuperato è una poiana (nome scientifico: Buteo Buteo), una specie protetta. Si tratta di un predatore di medie dimensioni tipico dell’Europa. È generalmente stanziale, ma gli individui che abitano nelle regioni più orientali fino alla Russia migrano durante l’inverno in Africa centro-orientale, sulla costa mediterranea dell’Africa e in India. Questo rapace diurno frequenta gli ambienti boscosi intervallati da aree aperte, ma è presente anche in zone prive di alberi. Video:

Subito dopo la consegna, Martiradonna ha notato che l’animale aveva difficoltà ad aprire una delle ali, probabilmente causata da un urto, forse contro un’automobile, un cavo elettrico o un ramo. Purtroppo la presenza dell’uomo causa spesso disagi ed incidenti. E’ dunque compito degli esseri umani intervenire per aiutare gli animali in difficoltà. Durate la visita si sono avvicinati alcuni ragazzi che, incuriositi, hanno posto delle domande riguardanti la poiana. L’animale è stato poi consegnato al Comando della Polizia Municipale della città di Andria che ha provveduto a trasportare il rapace al Centro di Recupero della fauna presso l’Osservatorio Faunistico Regionale AREF di Bitetto (BA).