Molitura delle olive/acque reflue: divieto di immissione nella rete fognante e utilizzazione acque di vegetazione sui terreni ad uso agricolo

Il Commissario Straordinario, con Ordinanza Commissariale n.486 del 06/11/2019, ha disposto per tutti i titolari e gestori dei frantoi oleari esistenti e funzionanti nel territorio di Andria, il divieto di immettere nella rete fognante cittadina le acque di vegetazione rivenienti dalla molitura delle olive.

Inoltre ha ordinato che l’attività di molitura deve essere condizionata al rilascio delle specifiche autorizzazioni amministrative e sanitarie. “I contravventori – si legge nell’ordinanza – saranno deferiti all’Autorità Giudiziaria per l’applicazione delle sanzioni previste dalle vigenti disposizioni di legge, nonché sarà adottato nei loro riguardi provvedimento di sospensione o di revoca delle autorizzazioni amministrative e sanitarie per l’esercizio della molitura e per i trasporti”.