Morta sulla Andria-Trani, Procura apre inchiesta

Non sono bastate le segnalazioni, le denunce, gli esposti e persino le decine di incidenti stradali a smuovere chi avrebbe dovuto immediatamente mettere in sicurezza l’Andria-Trani ma non lo ha fatto. Il rischio di una tragedia era alto, visto che in precedenti occasioni ciò non è avvenuto solo grazie alla Provvidenza, ma ora che, purtroppo, si è verificato il peggio – con un incidente mortale – le acque si smuovono e si smuovono grazie all’intervento della Procura della Repubblica del Tribunale di Trani che vuole vederci chiaro. Anche dall’Associazione “Io Ci Sono!”, che da anni denuncia la pericolosità di quella strada provinciale, esprimono da un lato il dispiacere per una morte che nessuno avrebbe voluto avvenisse su quella strada, dall’altra la soddisfazione perché, per la prima volta, vengono adottati quegli accorgimenti e quei provvedimenti attesi da anni. Il Presidente Savino Montaruli va oltre ed aggiunge:

“visto che la Procura di Trani vuole vederci chiaro sarebbe il caso di nominare una Commissione Tecnica seria che certifichi l’idoneità e la sicurezza stradale dell’intero tratto realizzato con ben 23 milioni di euro di denaro pubblico. La Procura chieda che venga certificato lo stato attuale del manto stradale e l’eventuale pericolosità dei numerosi avvallamenti che insistono su buona parte di quel tratto. Una verifica puntuale che certifichi la correttezza dell’esecuzione dei lavori e la loro tenuta a distanza di pochissimi anni da quell’opera che vide i tagliatori di nastri seriali unirsi in quel taglio storico di un nastro che evidentemente ha retto ben poco. Il fatto stesso che su quel tratto stradale vengano imposti dei limiti di velocità così bassi, quasi mai rispettati a causa di nessuna forma di dissuasione, neppure elettronica, dovrebbe essere un segnale significativo rispetto allo stato di manutenzione di quella strada così trafficata ed importante. In quanto alle pericolose rotatorie che solo in queste ore vengono dotate di fonti di illuminazione e di segnalazione, rimaste spente per settimane ed “abbellite” con quegli inutili, pericolosi e persino ridicoli enormi massi in pietra, siamo certi che la Procura non trascurerà di approfondire come mai quei soldi pubblici siano stati solo ora immediatamente trovati e gli accorgimenti adottati solo dopo il decesso della povera signora tranese, e dopo le nostre denunce, e non prima. Detto questo attendiamo gli esiti delle indagini e sapremo in quale contesto stiamo vivendo” – ha concluso Montaruli. Link video:

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale da Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo >https://t.me/andriabarlettatrani< da Instagram al seguente indirizzo >instagram.com/andriapuglia< oltre che da Facebook cliccando “mi piace” su >Facebook.com/VideoAndriaWebtv< e da Twitter al seguente indirizzo >twitter.com/videoandria<.  Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

#andria #andriesi #casteldelmonte #puglia #altamurgia #murgia #diretta #facebook #twitter #youtube #live #magazine #blog #andrianews #andrianotizie #bat #barletta #trani #barlettanadriatrani #network #cultura #cronaca #politica #minervino #corato #google #googlemaps #meteo #email #web #andriaweb #comunediandria #amministrazione #aggiornamenti #viabilità #denuncia #lavoro #residenti #quartiere #sanvalentino #piazzacatuma #oliodiandria – Andria notizie in diretta live in tempo reale dalla città. Una #città #Viva con #eventi #associazioni #sport #movida #giovani #ricca di #emozioni

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.