Morto ad Andria per luminarie, Cgil Bat: “riflettere su norme sicurezza”

Solidarietà e vicinanza alla famiglia dell’uomo morto stamattina ad Andria cadendo da un cestello mentre smontava le luminarie davanti ad una chiesa alla periferia della città. Il segretario generale della Cgil Bat, Biagio D’Alberto, una volta appresa la tragica notizia, nell’esprimere cordoglio ai parenti sottolinea “l’importanza del rispetto dei dispositivi di sicurezza durante tutte le attività lavorative, sempre e comunque. Indipendentemente da quale lavoro si stia svolgendo e in particolare in quelli più pericolosi”. Sempre dalla Cgil Bat fanno inoltre sapere che:

Le dinamiche dell’incidente non le conosciamo, saranno le forze dell’ordine a chiarire come sono andati i fatti. Non sappiamo dunque cosa non abbia funzionato, l’unica certezza è che quest’uomo, uscito come ogni mattina di casa per andare a lavorare, oggi non tornerà più dalla sua famiglia. Su questo vorremmo che riflettessero tutti, sia chi deve garantite il rispetto delle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro che gli stessi operai che devono pretenderne l’applicazione”, conclude D’Alberto.