Morto Mons. Raffaele Calabro, già Vescovo di Andria – “deceduto solo nella sua casa, trovato dai Vigili del Fuoco”

E’ tornato alla casa del padre Mons. Raffaele Calabro, già Vescovo di Andria. Stando ad una prima ricostruzione, il corpo già senza vita di Mons. Calabro sarebbe stato ritrovato dai Vigili del Fuoco, dopo l’allarme. A pochi giorni dalla morte improvvisa dell’Arcivescovo delle dioecesi di Trani-Barletta-Bisceglie.

Sembrerebbe infatti che la causa sia del decesso dell’ex Vescovo sia stata un malore improvviso: stamane non rispondeva più alle chiamate e i conoscenti hanno così chiamato i Vigili del Fuoco per sfondare la porta ed effettuare l’amara scoperta. Monsignor Calabro era già deceduto al momento del ritrovamento. Solo alcuni mesi fa egli fu vittima di una rapina. Breve cenni sulla sua Storia:

Fu ordinato presbitero il 15 marzo 1964 dal vescovo Gaetano Pollio.Svolge gran parte del suo ministero pastorale nel servizio diplomatico della Santa Sede, prima all’estero, nelle nunziature apostoliche del Brasile (1968-1971), dell’Australia (1971-1974) e della Germania (1975-1980), e poi in Vaticano, nel Consiglio per gli Affari Pubblici della Chiesa (1980-1989).

Il 19 novembre 1988 è eletto vescovo di Andria da papa Giovanni Paolo II. Riceve la consacrazione episcopale il 6 gennaio 1989 dallo stesso Papa, coconsacranti gli arcivescovi (poi cardinali) Edward Idris Cassidy, sostituto per gli affari generali e José Tomás Sánchez, segretario della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli. Inizia ufficialmente il ministero episcopale nella diocesi il 29 gennaio successivo.

È stato presidente della Commissione pastorale regionale della Conferenza episcopale pugliese (CEP) e membro della Commissione episcopale per l’educazione cattolica, la scuola e l’università della Conferenza Episcopale Italiana. Nel 2000 porta a termine il restauro della Cattedrale dell’Assunta di Minervino Murge.

Il 29 gennaio 2016 papa Francesco accoglie la sua rinuncia al governo pastorale della diocesi per raggiunti limiti d’età. Fu sostituito dall’attuale Vescovo di Andria, Mons. Luigi Mansi. Negli ultimi anni proseguì comunque a seguire a distanza le iniziative della Diocesi di Andria. In alcuni casi, come per il Miracolo della Sacra Spina,