Morto Salvo Mandarà, arrivò in Puglia in bicicletta per l’informazione libera

 

Ci ha lasciati dopo una lunga battaglia di controinformazione il reporter Salvo Mandarà. siciliano di origine, era da poco tornato nell’isola dopo un’esperienza lavorativa in nord Italia. Dopo aver inizialmente collaborato con il Movimento 5 Stelle attraverso un lavoro di diretta streaming volontario nel corso dello “Tsunami Tour” con Beppe Grillo, il reporter indipendente ha poi deciso di non sostenere più il movimento politico separandosi dall’attivismo politico che lo aveva contraddistinto sino a quel momento preferendo la gestione di un suo canale personale attraverso il quale ha dato ampio spazio a voci indipendenti parlando di argomenti spesso snobbati dalla politica nazionale e dal sistema mediatico internazionale: dalla sovranità monetaria all’alimentazione sana, passando all’autosufficienza energetica ma anche alle riflessioni sulla spiritualità e sull’attualità.

Nel 2016, la redazione del sito VideoAndria.com incontrò Mandarà a Bisceglie nel corso del suo passaggio in bicicletta elettrica riguardante l’iniziativa “Pecoglioni Italia Tour“, un singolare tour con un nome provocatorio che Mandarà decise di creare per tentare di risvegliare le coscienze e parlare dei vari argomenti da egli sostenuti. Un’iniziativa che partì dal basso, senza finanziamenti pubblici ma soltanto grazie alle donazioni di decine di sostenitori provenienti da tutta Italia che accolsero a turno Mandarà nel corso delle sue tappe. Nel comune di Bisceglie, il reporter locale Nick Ferrara intervistò Mandarà ed incontrò poi anche il prof. Davide Storelli, che, come abbiamo ricordato più volte, è noto al pubblico del web anche per una rubrica sul blog del reporter Salvo Mandarà (info su: http://www.salvo5puntozero.tv/category/gli-spazi-autogestiti-su-salvo5puntozero/il-valore-della-moneta-di-davide-storelli/) ed autore del libro “Alchemy. Moneta, valore, rapporto tra le parti”, Storelli, avvocato civilista di Bisceglie, con alle spalle un Master in economia e diritto dell’impresa presso l’università LIUC di Castellanza, è docente ed autore di diverse pubblicazioni, promotore di Pecuswap (per info: www.pecuswap.com/home) una piattaforma di scambio on line per la moneta complementare proposta ai singoli comuni. Linkiamo qui sotto il video dell’arrivo di Mandarà a Bisceglie:

“Mentre egli stava scendendo con la sua bicicletta in direzione Bari, decisi di incontrarlo a Bisceglie e finalmente riuscimmo ad incontrarlo con il nostro caro amico Davide Storelli. Questo nonostante la sua lunga malattia. Ha continuato sino all’ultimo, senza arrendersi. Non è una frase di circostanza: è stato veramente uno dei migliori reporter che il web possa ricordare negli ultimi tempi: fermo con le sue convinzioni ma al contempo disponibile ad ascoltare chiunque. Ha parlato di energia alternativa, alimentazione sana, sovranità monetaria e molti altri argomenti che ha affrontato con esperti che forse in molti casi non avrebbero avuto molte altre opportunità mediatiche se non quella di avvalersi di un uomo libero che diceva tutto ciò che pensava senza preoccuparsi della reazione di nessuno. Grazie Salvo Mandarà e grazie a tutti coloro che in tutto questo tempo hanno sostenuto i suoi reportage, le sue dirette o semplicemente condiviso i suoi pensieri. Faremo tesoro del suo lavoro e cercheremo di andare avanti.Tutti i video sono ancora oggi disponibili sul sito” – ricorda il reporter Nick Ferrara.

Negli ultimi tempi Mandarà si era dichiarato pubblicamente “anarchico” e disinteressato al voto. Le sue lunghe dirette oggetto di numerosi commenti su Facebook, YouTube e sul suo sito, hanno spesso fatto discutere. Uno stile quello di Mandarà originale ma al contempo semplice, capace di esporre delle osservazioni prive di condizionamenti ideologici e/o economici. Convinto sostenitore dell’uscita dell’Italia dall’euro, della moneta sovrana e della sovranità individuale, ha sempre contrastato l’idea che la gente potesse indebitarsi a vita con una banca. Negli ultimi anni Mandarà si era sforzato persino di creare un vero e proprio palinsesto televisivo sulla rete, seguito da centinaia, a volte migliaia di persone. “Ciao Salvo, da lassù, o in qualunque altro posto tu ti trovi, adesso finalmente riuscirai a vedere ogni cosa per come davvero è” – è il commento del blogger Claudio Messora, che ha diffuso il video che linkiamo qui sotto:

Nonostante Mandarà non sostenesse più ufficialmente il M5S, Beppe Grillo ha oggi voluto dedicargli comunque un messaggio di ricordo dei “bei tempi bassati” con un breve articolo diffuso sul suo blog.

“Se ne è andato Salvo Mandarà” – si legge infatti sul blog di Grillo – “Lottava da tempo contro la leucemia. Salvo viaggiò con noi in camper nel 2013 durante tutto lo Tsunami Tour facendo le dirette da tutti i palchi d’Italia con un semplice smartphone. Le dirette che fece in quei 40 giorni furono seguite da milioni di persone. Gli dicevo sempre che quando si metteva il cappuccio per ripararsi dal freddo somigliava a Igor, lo straordinario personaggio di Frankenstein Junior. Lui rideva come un matto e diceva “Lupo ululà e castello ululì.” Che tempi, che ricordi! Salvo poi giustamente seguì la sua strada, ma l’affetto che ci legava è sempre rimasto intatto.

Ciao Salvo e grazie di tutto.

Con affetto,

Beppe”

Vi lasciamo con la tappa barese del Pecoglioni Italia Tour: