Natale ad Andria nel ricordo: “io rimasta sola e malata, ho perso la mia famiglia. I responsabili devono andare in galera”

“Purtroppo dopo aver perso in quell’incidente del 12 luglio 2016 mia sorella Maria, poco fa ho perso anche il mio caro babbo…i responsabili devono finire in galera! Soffro di una malattia da quando ero piccola e purtroppo il dolore e l’ansia stanno aggravando la mia patologia. Sono peggiorata da quando ho perso mia sorella Maria. Ho fondato un’associazione intitolata “Associazione Anna Aloysi – incidente ferroviario del 12 luglio 2016“, di cui sono Presidente.

Ho promesso a mia sorella Maria di lottare per revocare la concessione a Ferrotramviaria SPA, società che gestisce la tratta concessa dalla Regione Puglia. Seguo assiduamente le udienze presso l’aula bunker del Tribunale di Trani, mentre all’ultima udienza purtroppo non ero presente perché è morto mio padre. Ho perso tutta la mia famiglia in poco tempo. Adesso sono completamente sola. Devo lottare sola contro tutti. Combattere per lei per avere giustizia, ma combatterò anche contro il mio male. Il 28 marzo saremo nuovamente tutti a Trani, per me sono tutti colpevoli. Maria è un primo passo verso la Giustizia. Tutti i dirigenti della Ferrotramviaria e gli altri imputati sono stati rinviati a giudizio” –

“Le spese del funerale di mia sorella Maria morta il 12 luglio 2016 in quel maledetto treno non sono state pagate dallo stato ne dalla regione, ne dal comune di Andria, neanche dal marito di mia sorella Maria: le ha pagate mio padre. Che vergogna tutto questo”. (Anna Aloysi, sorella di Maria). 

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).