Nuova Tangenziale Andria, Marmo: “Anticorruzione conferma nostri dubbi” – video conferenza stampa

Con la delibera n° 780 del 7 ottobre scorso, l’ANAC (Autorità Nazionale Anti Corruzione) ha rilevato il mancato rispetto dei principi generali del Codice dei contratti pubblici (D.lgs. n. 163/2006 e n. 50/2016) deliberando la non conformità del progetto preliminare, la non ottemperanza del progetto preliminare, la non conformità del procedimento di verifica del progetto e la non conformità della procedura di validazione ai sensi degli articoli del DPR 207/2010:

Più volte, sia come Consigliere regionale sia dai banchi del Consiglio comunale, ho denunciato le irregolarità dell’iter burocratico per la realizzazione di un tratto di strada non contemplato neppure nel Piano Regionale dei Trasporti. La delibera dell’ANAC, sollecitata da un mio esposto inoltrato lo scorso anno, fa piena luce sui punti controversi e, per qualche verso oscuri, delle procedure messe in atto per l’appalto dei Lavori di completamento della tangenziale ovest di Andria”.  Così Nino Marmo sul provvedimento ANAC. “La carenze già in fase di progetto preliminare – sottolinea Nino Marmo – come quelle, per esempio relative alle condizioni per assicurare un adeguato dettaglio al fine di scongiurare quanto più possibile eventuali imprevisti di natura geologica, archeologica, idrologica ecc. in corso di esecuzione (sic in delibera) sono tutte ampiamente evidenziate nel dispositivo ANAC”. “L’ANAC – continua Nino Marmo – interviene anche sulla mancata valutazione di soluzioni alternative alla realizzazione della cosiddetta nuova bretella da parte dell’Ente appaltante. Per questo abbiamo chiesto più volte sia alla Regione che alla Provincia di destinare quelle stesse somme alla messa in sicurezza dell’attuale sede stradale che versa -come evidenziato dalla stessa ANAC- in una condizione di assoluta insicurezza”. “A ciò si aggiunga – conclude Nino Marmo – che in varie occasioni pubbliche e in convegni con la presenza di tecnici qualificati e delle associazioni professionali e ambientaliste, è stata ribadita la sostanziale inutilità di un’opera che appare anacronistica e dannosa per il negativo impatto sull’ambiente e per i gravi effetti sul sistema socio-economico del territorio lasciando comunque irrisolti i problemi relativi alla viabilità e al traffico. L’auspicio è che la nuova Amministrazione comunale, si opponga con atti univoci e concreti si all’approvazione della variante al Piano regolatore richiesta dall’appalto sia alla realizzazione di questa opera”. Il link al video integrale della conferenza stampa diffuso sulla Pagina Facebook di Marmo:

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di VideoAndria.com cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).