Nuova Tangenziale di Andria inutile? Ci sono i numeri per bocciarla in Consiglio Comunale. Vediamo chi vota contro

“La Presidenza del Consiglio il 15 ottobre 2018 ascoltando gli enti locali diede l’ok alla prosecuzione di tale opera ma se la si vuole bocciare, ed io sono d’accordo, come ho spiegato stasera basta semplicemente che il Sindaco di Andria Giorgino porti la variante in consiglio comunale per bocciarla. I 5 voti dei consiglieri comunali del MoVimento 5 Stelle sono li pronti!” lo riporta sui social il parlamentare andriese Giuseppe D’Ambrosio all’indomani dell’incontro svoltosi ad Andria promosso da Italia Nostra. Nel corso dell’incontro hanno partecipato svariati rappresentanti delle associazioni ambientaliste e culturali della città (tra queste, il circolo cittadino di Legambiente).

La problematica del nuovo progetto riguardante la nuova “Tangenziale Ovest” di Andria sarebbe infatti fondata non solo su un presunto spreco di risorse economiche ma anche da un impatto ambientale non indifferente e cambiamenti negativi sulla visione paesaggistica complessiva del territorio, con potenziali conseguenze dal punto di vista turistico. Motivo per cui la politica andriese, quasi all’unisono, sembra del tutto concorde nel bocciare il progetto. Da qui l’appello degli esponenti locali del M5S per portare la discussione in Consiglio Comunale. Nell’incontro è inoltre emersa la possibilità di impugnare la delibera della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Insomma, gli strumenti per bloccare quest’opera inutile ci sarebbero. Perché non metterli subito in pratica? Restiamo in attesa di delucidazioni dal primo cittadino andriese, membro importante dell’attuale maggioranza politica della città. L’emittente televisiva Tele Dehon ha diffuso questo servizio televisivo: