Nuovi corsi per la “Scuola Open Source di Bari”

Lo scorso novembre a Bari una nuova realtà ha aperto i battenti : la Scuola Open Source (SOS), un modo unico in Italia di fare formazione. La scuola è nata a seguito di un laboratorio di co-progettazione tenutosi nel mese di luglio scorso, in cui circa 90 menti giovani, belle e inquiete, si sono incontrate per pensare e porre le basi di un nuovo modello didattico, di un nuovo luogo di apprendimento, di una modalità sperimentale di fare ricerca.

La Scuola Open Source è stato un progetto voluto da un collettivo di giovani pugliesi e vincitore del bando ‘Chefare’. Questo ogni anno mette a disposizione 3 premi per un totale di 150.000,00 euro per progetti culturali che coniughino sostenibilità e innovazione.

La scuola è anche un centro di ricerca, di didattica, ma anche un fablab e luogo di ritrovo di una comunità dove la conoscenza si moltiplica esponenzialmente e non passa per l’intermediazione classica del rapporto docente-discente. Gli attori coinvolti al suo interno sono professionisti di fama nazionale e internazionale, docenti, ricercatori, hacker, maker, creativi e progettisti che condividono competenze, saperi, e affinità. Il contesto di apprendimento, invece, assomiglia molto all’Accademia di Platone, posto in cui gli studenti, come è noto, non venivano considerati destinatari univoci del processo di insegnamento, ma colleghi che affiancavano i più esperti o anziani nel processo di apprendimento continuo che è la vita.

Entro il 23 dicembre è possibile iscriversi ai primi corsi proposti dalla SOS.

In particolare, visto il crescente interesse verso la progettazione europea e la necessità espressa dal nostro territorio di professionisti in grado di pianificare ed elaborare progetti in linea con gli standard comunitari, segnaliamo il corso di Europrogettazione. Si svolgerà dal 24 a 27 Gennaio nei luoghi della SOS, a Bari vecchia.

A condurre i lavori ci sarà Ilda Curti, docente, formatrice e consulente su politiche comunitarie, sviluppo locale, politiche di rigenerazione urbana e integrazione, progettazione culturale, oltre ad essere stata assessore della città di Torino dal 2006 al 2016. Assieme a lei Francesca Giorgio, project manager e consulente in europrogettazione e finanza agevolata, attualmente impegnata in attività di docenza per Si.Camera, società del sistema camerale nazionale.