Nuovo dpcm: “limiti di ingresso per bar e ristoranti, palestre aperte ma pronti a chiuderle se non rispettano le regole” – video conferenza stampa

Come annunciato ore prima, il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte è intervenuto nel corso di una conferenza stampa trasmessa in diretta televisiva per presentare ufficialmente le nuove regole per il contrasto della diffusione del virus Sars-CoV-2 e fare il punto della situazione:

Secondo quanto riportato dal nuovo dpcm firmato dal Governo, i sindaci potranno disporre la chiusura delle attività dopo le ore 21,00 e predisporre eventuale chiusura di piazze per evitare assembramenti. Pub, ristoranti, gelaterie ed altre attività che somministrano cibi e bevande possono restare aperte sino alle ore 24,00 ma solo se provvisti di tavoli. Massimo 6 persone per singolo tavolo nei ristoranti con regole di numero massimo affisse con dei cartelli. Sale gioco, scommesse e bingo aperte sino alle ore 21,00. Gli istituti scolastici resteranno aperti. Conte ha parlato di possibili aperture a partire dalle ore 9,00 e in alcuni casi orari pomeridiani, startegia che guarderebbe alle scuole superiori. Università in funzione delle esigenze formative e basate anche sul quadro pandemico territoriale. Per le attività sportive:

Non sono consentite gare e competizioni del settore dilettantistico di base. Garanzie invece per quelli professionisti. Bandite fiere locali ma non quelle internazionali. Congressi consentiti solo con modalità “a distanza”. Potenziate norme pro-smart working. Sulle attività sportive al chiuso “daremo una settimana di tempo per verificare protocolli di sicurezza” – ha poi sottolineato Conte – altrimenti “saremo costretti a sospendere le attività sportive che si svolgono al chiuso” come palestre e piscine. Tutto ciò – ha precisato il premier italiano – è stato fatto tenendo presente che il Governo è consapevole dei disagi e delle difficoltà che le restrizioni potranno causare. Sulle mascherine “siamo tra i pochi paesi al mondo a distribuirne gratuitamente per ogni studente” – ha ricordato, poichè “ne stiamo producendo 20 milioni al giorno” con una distribuzione totale che al momento ammonta al miliardo di pezzi i quali si aggiungono ai 160.000 tamponi al giorno. Utilizzo mascherina, distanziamento sociale ed igiene delle mani sono i concetti fondamentali ribaditi da Conte. Sacrifici definiti necessari in attesa degli esiti delle terapie monoclonali che dei vaccini. Link video della conferenza stampa:

 

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di VideoAndria.com cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).