Oggi treni e bus funzionano, il VIDEO girato ad Andria – usare auto solo in casi urgenti

“Causa le previste avverse condizioni metereologiche delle prossime 48 ore, le Aziende di trasporto pubblico locale Regionale ferroviario e automobilistico informano che i servizi ferroviari e automobilisti verranno garantiti compatibilmente con il sussistere delle condizioni di circolabilità sulla infrastruttura ferroviaria e stradale” – lo rendono noto con un comunicato congiunto ASS.TRA. – Puglia Basilicata  e ANAV Puglia. 

“Le Aziende, pertanto,” – proseguono da ASS.TRA. – Puglia Basilicata  e ANAV Puglia –  “consigliano la propria clientela di mettersi in viaggio solo per estrema necessità in quanto potrebbero non essere garantiti i rientri nelle località di residenza. In particolare i servizi automobilistici potranno essere garantiti in funzione delle autorizzazioni alla circolazione degli enti proprietari delle strade mentre i servizi ferroviari saranno garantiti fino al sussistere delle condizioni previste, in caso neve, dai regolamenti adottati da ciascun gestore”.  A dimostrazione del funzionamento della rete ferroviaria, un video girato stamane presso uno dei passaggi a livello della città di Andria (a tal proposito, ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui):

:

“In ogni caso potranno essere previste senza congruo preavviso soppressione delle corse o ritardi nella loro effettuazione con conseguente aumento dei tempi di percorrenza. Per informazione di dettaglio potranno essere consultati i siti internet delle singole Aziende o i monitor informativi nelle stazioni ferroviarie”.

A tal proposito, ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui. Qui sotto una foto inviata stamane da un cittadino: