Ospedale di Andria: rubata sonda transesofagea “vale migliaia di euro, danno all’intera comunità”

Un atto vergognoso ed un danno all’intera comunità quello registrato tra domenica e lunedì nel reparto ecocardiografia dell’ospedale “Lorenzo Bonomo” di Andria. L’autore (o gli autori) del furto ha assecondato apparecchiature informatiche e altro materiale mirando specificatamente ad una sonda transesofagea. L’apparecchio medico, del valore quantificabile in diverse migliaia di euro, è stato quindi prelevato illecitamente e trasportato lontano dall’ospedale.

Un furto inaspettato ed insolito in quanto, come spiegato anche nel corso di un servizio televisivo locale, l’apparecchio medico è stato l’unico oggetto rubato. Il tutto farebbe pensare ad un vero e proprio “furto su commissione” mentre non sarebbe ancora chiaro se gli impianti di videosorvaglianza abbiano registrato dettagli utili all’identificazione del ladro.

Per chi non lo ricordasse, l’ecocardiografia transesofagea rappresenta un esame di secondo livello, indicato generalmente nel caso in cui l’ecocardiogramma transtoracico sia ritenuto insufficiente o non interpretabile rispetto al quesito clinico; in alcuni casi può essere direttamente prescritto come test d’elezione: presenza di patologie difficilmente diagnosticabili, come rare malformazioni congenite, malattie dell’aorta toracica o difetti complessi delle valvole cardiache.

Un danno all’intero territorio” – ci scrivono alcuni cittadini indignati per quanto accaduto  (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui). Un danno non solo per la questione economica riguardante il valore dell’apparecchio ma anche per via dei tempi che la burocrazia prevede per l’acquisto di un altro apparecchio simile. L’auspicio è che le forze dell’ordine possano individuare l’autore del vile gesto ed al contempo ritrovare quanto rubato. Linkiamo qui sotto un servizio televisivo pubblicato sul Canale YouTube di Amica9tv: