Andria, un “equivoco” social: “parcheggio non ancora ultimato, non ha leso nessuno”

Un’insolita “cartolina” giunta in redazione da molteplici cittadini (non è chiaro chi abbia scattato la foto, diffusa anche da BatMagazine). L’immagine è infatti divenuta in poche ore virale. Motivo scatenante è la “particolare” posizione scelta da alcuni agenti della Polizia Locale per il parcheggio (ci auguriamo durato molto poco) avvenuto in una delle strade del centro abitato di Andria. Ma attraverso un’analisi piu’ approfondita è possibile notare la mancanza di segnaletica. Dunque, al momento dello scatto fotografico, quel parcheggio caratterizzato dall’inconfondibile pittura sull’asfalto che ritrae la segnaletica di un parcheggio destinato ad un automobilista diversamente abile non sarebbe ancora stato regolamentato, o comunque in fase di ultimazione. Quindi non attivo nel momento in cui è stata parcheggiata l’auto in dotazione dalle forze dell’ordine della città federiciana. Il parcheggio temporaneo dell’automobile, di conseguenza, non avrebbe dunque leso il diritto di nessuno. 

Ad ogni modo, ricordiamo ai cittadini ad ogni modo che parcheggiare su un parcheggio destinato ai disabili senza autorizzazioni, oltre che eticamente scorretto, non è legalmente consentito e prevede anche delle sanzioni. Siamo certi che quello documentato nello scatto fotografico rappresenti esclusivamente un caso isolato e che di certo non deve essere interpretato come giustificante per sparlare ai danni delle forze dell’ordine che quotidianamente devono vedersela con interventi molto impegnativi e situazioni d’emergenza. Certi che la Polizia Municipale continuerà a svolgere il suo lavoro evitando situazioni simili. Brumotti docet.  La foto diffusa online:

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).