Parcheggio Selvaggio Tour ad Andria: premio “carro attrezzi dell’anno”. And the winner is … – FOTO

Grazie alla collaborazione di alcuni cittadini, prosegue il nostro “Parcheggio Selvaggio Tour ad Andria. Solo qualche giorno fa avevamo pubblicato le immagini di veicoli posteggiati in doppia fila in via Mattia Preti, ma il fenomeno non sembra isolato soltanto a qualche via, almeno per quanto riguarda per l’appunto il parcheggio selvaggio (quindi non solo il parcheggio in doppia fila, ma anche altre curiose modalità che meriterebbero almeno un premio “carro attrezzi dell’anno” e magari anche qualche bella sanzione).

Le segnalazioni sono giunte via Whatsapp (a tal  proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui).

Nelle immagini ricevute in redazione, abbiamo visto anche auto parcheggiate praticamente sulla strada causando, oltre che meraviglia per autisti e pedoni, anche disagi e rischi per gli stessi vista la presenza di veicoli li dove non dovrebbero esserci. And the winner is…:

dettaglio del campione:

questo poi senza contare il parcheggio in doppia fila in via Mattia Preti:

Che dire dell’auto parcheggiata in via Ugo Bassi che bloccò per decine di minuti il traffico cittadino? VIDEO per non dimenticare:

e dulcis in fundo:

Davanti a questi piccoli scempi e vergognosi modi di fare, non si nasconde soltanto la solita lamentela del “servono più controlli” ma anche la misurazione effettiva di un livello culturale ancora troppo basso nella testa di qualche nostro concittadino (sia chiaro: non tutti cono così, c’è gente per bene rispettosa del prossimo e dell’ambiente in cui vive); problematica che andrebbe debellata come una malattia, facendo costante informazione, oltre alla giusta applicazione di sanzioni e sequestro dei mezzi. Se poi ritirassimo la patente per questi soggetti per almeno un po’ forse, visti i problemi che causano, non sarebbe poi tanto male…