“Pass laureati” ad Andria: dai 7.500 euro ai 10.000 euro per i master

Si è svolta come previsto lo scorso mercoledì 27 settembre presso la sala conferenze “Marilena Sgarra” della biblioteca comunale “G. Ceci” di Andria (sita in pizza Sant’Agostino) la presentazione di “Pass laureati”, il bando della Regione Puglia che finanzia i master post-laurea fino a 10 mila euro. All’incontro, organizzato dal gruppo consiliare regionale “Emiliano Sindaco di Puglia”, hanno preso parte, oltre al consigliere regionale Sabino Zinni promotore della manifestazione, l’assessore regionale all’Istruzione Sebastiano Leo e la dott.ssa Luisa Maraschiello responsabile FSE della Regione Puglia.

“Assieme all’assessore Sebastiano Leo abbiamo fortemente voluto questo incontro pubblico di presentazione” spiega il consigliere Zinni. “Certo la notizia della disponibilità di fondi è rimbalzata on line e il bando è consultabile da tutti, ma è chiaro che poter porre domande direttamente a gente esperta e fugare i propri dubbi, permetterà ai ragazzi d’inoltrare candidature meglio ragionate. Non capita tutti i giorni che ci siano 10 milioni di euro a disposizione dei giovani intenzionati a specializzarsi nell’ambito che hanno scelto di studiare. Vorrei che tutti almeno ci provassero e nessuno rimanesse fuori perché magari non a conoscenza della misura o perché non ha ben chiari i criteri di assegnazione”.  

Il bando scadrà il 31 ottobre e prevede l’erogazione di un voucher formativo di 7.500 euro lordi per i master in Italia, e di 10mila per l’estero, somma utilizzabile per coprire il solo costo di iscrizione. Una misura dunque pensata per i giovani pugliesi, che potranno così tentare di accedere a master post-lauream di I o II livello di università pubbliche o private, riconosciute dall’ordinamento nazionale, ma anche ai percorsi post lauream accreditati ASFOR o EQUIS o AACSB o riconosciuti da Association of MBAS (AMBA) degli istituti di formazione avanzata tanto privati quanto pubblici. Linkiamo qui sotto il video di un servizio televisivo diffuso sul Canale YouTube di Telesveva: