Perché il Profilo della Salute di Andria tarda ad arrivare? Intanto gli andriesi malati di cancro attendono da quattro anni, e qualcuno non c’è più – VIDEO

Quattro anni di inutili attese: l’associazione andriese “Onda d’Urto”non si è affatto dimenticata di quanto accaduto negli ultimi anni e anche di quanto non è avvenuto ma che si sperava accadesse in tempi brevi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Parliamo ancora una volta di quel mancato “Profilo della Salute” che, nonostante gli svariati appelli, non è ancora stato concretizzato. E nel frattempo altri andriesi malati di cancro sono stati aggiunti alla lista delle persone deceduti in questi anni. Proprio a causa di questi ritardi, l’associazione andriese ha creato una borsa di studio “fai da te” per coinvolgere cinque professionisti nel campo medico al fine di cominciare il lavoro che le istituzioni hanno promesso di fare senza però realizzare.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Anche se siamo speranzosi in una possibile svolta a livello di enti pubblici, risulta importante diffondere l’appello degli attivisti dell’associazione: il loro progetto ha come obiettivo principale quello di geolocalizzare i casi di tumore dagli 0 ai 50 anni in modo tale da far analizzare i dati ai professionisti del settore medico-scientifico. In questa maniera si potrebbe forse avere più consapevolezza e forse individuare cause poco note in base anche alla quantità dei casi di patologie neoplastiche basata su analisi geografiche. Un progetto che, attraverso un sistema predisposto, consentirebbe di garantire la privacy dei cittadini coinvolti in questa brutta malattia e al contempo far luce anche sui casi di tumore riscontrati nei bambini del territorio.

Negli ultimi giorni ne ha parlato anche il servizio televisivo che linkiamo qui sotto (Fonte: canale Youtube di tele Sveva):

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

Per contribuire alla causa, è possibile effettuare una donazione libera ad Onda d’Urto – Uniti contro il cancro ONLUS al seguente indirizzo:

CANCRO GIOVANILE AD ANDRIA. TI DO UNA BELLA NOTIZIA:
PARTIAMO CON LA RICERCA !

Cinque medici hanno detto sì. Cinque…

Pubblicato da Onda d’Urto – Uniti contro il cancro ONLUS su Lunedì 8 maggio 2017