Perché San Riccardo di Andria viene venerato il 9 giugno? Il ruolo chiave di Federico II

Come tutti ricordano, San Riccardo di Andria era vescovo di Andria. Stando alle poche documentazioni storiche giunte sino ad oggi, infatti, il Santo Patrono della città federiciana fu nominato verscovo della sede di Andria da Papa Adriano IV. Nel 1179, San Riccardo fu uno dei vescovi presenti all’undicesimo Concilio Ecumenico (Terzo Laterano, 1179) tenuto da Papa Alessandro III . Rimase nel suo ufficio fino alla sua morte, un periodo di oltre 40 anni. Ma perché in città e nel resto del mondo la sua figura si celebra il 9 giugno di ogni anno? La sua venerazione ufficiale fu autorizzata secoli fa da questo Papa:

San Riccardo Riccardo visse nel XII secolo. Era, a quanto sembra, di origini Inglesi. Studiò e prese i voti da sacerdote preso una delle tante abazie dei frati Benedettini presenti in quel periodo in buona parte dell’Europa. Dopo aver prestato servizio attivamente come Vescovo, partecipò anche al terzo Concilio Ecumenico Lateranense nell’anno 1179 e nel 1196 gli furono affidate in custodia le reliquie delle spoglie dei martiri Ponziano ed Erasmo che egli decise di ustodire nella chiesa di San Bartolomeo. Molto probabilmente, egli morì verso il 1200 circa. Nel 1438, sotto il dominio del duca Francesco II Del Balzo , una donna riscoprì putativamente i suoi resti sotto l’altare maggiore della Cattedrale, dove si sosteneva che fossero stati nascosti durante le invasioni ungheresi. Resti ancora oggi presenti in Cattedrale. Con il patrocinio di Federico, riuscì a ottenere la canonizzazione di Riccardo da Papa Eugenio IV. A conferma della venerazione da parte dell’imperatore (che fege ergere Castel del Monte), il fatto che egli volle seppellire le mogli Jolanda, (morta nel 1228) ed Isabella (morta nel 1241) accanto alle spoglie di San Riccardo in Cattedrale. Dall’iscrizione dell’epoca nel Martirologio Romano, ancora oggi San Riccardo di Andria viene ricordato annualmente ogni 9 giugno.

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).